La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

sabato 1 febbraio 2014

CESA - Mensa, D’Agostino alle mamme: “Siamo dalla parte dei bambini”



CESA. Non si placano gli animi in merito alla questione mensa. Dopo il botta e risposta tra la commissione mensa, composta da un gruppo di mamme, ed il sindaco Cesario Liguori, stavolta ad intervenire in merito è l’assessore alla Pubblica Istruzione Cesario D’Agostino che ha voluto precisare il suo costate e proficuo impegno nei confronti dell’intera questione. “Sono sconcertato e meravigliato delle dichiarazioni fatte da alcune mamme della commissione mensa su alcuni giornali e siti giornalistici dove viene evidenziato il mancato rapporto di collaborazione tra la commissione mensa e l'Amministrazione Comunale. Sempre con spirito di collaborazione e chiarezza voglio fare alcune precisazioni: la Commissione mensa è composta da nove componenti oltre allo scrivente, è Presieduta dall'architetto Enzo De Michele e il Vicepresidente è il Sig. Turco Antonio.
La stessa si è costituita il giorno 7 novembre 2013 e si è riunita per la prima volta il 15 novembre durante la quale è stato fatto l'assaggio del menù giornaliero che è risultato buono. Nella stessa seduta alcuni genitori hanno evidenziato che in alcuni giorni ci sono state delle anomalie (pasta scotta, etc...) ed è stato chiesto di sostituire alcuni piatti non graditi dai bambini, il tutto verbalizzato. Il verbale è stato trasmesso integralmente alla ditta appaltatrice. Il giorno 3 dicembre la commissione si è di nuovo riunita. Il menù del giorno è risultato gradevole e buono, sono state evidenziate alcune inadempienze, segnalate alla Ditta fornitrice del servizio mensa prima con nota prot. 7883 del 04/12/2013 e successivamente con nota prot. n. 7957 del 06/12/2013.
La commissione si è riunita successivamente il 14 Gennaio 2014, alla quale è stato invitato anche il responsabile della Ditta del servizio mensa. Nella seduta del 14 gennaio dopo aver fatto l'assaggio del menù giornaliero che è risultato buono e gradevole, la commissione ha invitato il responsabile della ditta a migliorare alcune inosservanze, tra cui il rispetto delle grammature. Lo scrivente nella stessa seduta ha diffidato verbalmente, il responsabile della Ditta a provvedere ad Horas al rispetto del capitolato con particolare attenzione alle grammature. Visto il perdurare delle inosservanze in merito alle grammature dei cibi ed altro, il giorno 24 gennaio 2014 con nota prot. 471, il Responsabile del servizio mensa del Comune ha avviato la procedura per l'applicazione delle penalità previste dall'art. 28 del capitolato di appalto. (Voglio far notare che tale procedura è stata avviata quattro giorni prima rispetto all'incontro del giorno 28 gennaio 2014 tra una delegazione di mamme e il Sindaco Liguori sulle problematiche del servizio mensa).
Il giorno 27 gennaio 2014 con nota prot. 502 la ditta del servizio mensa è stata invitata a sostituire il gateau di patate con altra pietanza, richiesta già fatta alla ditta il 04/12/2013, perchè non gradito dai bambini. Con provvedimento prot. n. 608 del 01/02/2014 si è provveduto ad applicare la penalità di cui all'art 28 del capitolato di appalto alla ditta per inadempienzeriscontrate (Voglio precisare che tale provvedimento è stato adottato non per effetto delle esternazioni giornalistiche fatte il 31 gennaio 2014 da alcune mamme della commissione mensa, ma sicuramente per le verifiche delle inosservanze rilevate dalla commissione mensa, in quanto il giorno 24 gennaio con nota prot. n. 471 già era stato avviato il procedimento per l'applicazione della penalità prevista dall'art. 28 del capitolato di appalto).
In ogni riunione della commissione mensa, viene anche convocato il medico delegato al controllo dei cibi. Ho sempre lavorato in collaborazione con i componenti della commissione, con un solo ed unico obiettivo, quello di far migliorare il servizio mensa. Colgo l'occasione per ringraziare tutti i componenti della commissione mensa per l'impegno profuso fino ad oggi, invitando gli stessi a continuare a lavorare insieme, al solo fine di migliorare il servizio per il bene di tutti i bambini che ne usufruiscono, naturalmente evitando di fare esternazioni giornalistiche che creano solo allarmismi inutili e dannosi. Per tranquillizzare i genitori che hanno i figli che usufruiscono del servizio mensa nelle scuole di Cesa, ritengo, a mio modesto parere, che il servizio mensa offerto quest'anno, in termini di qualità, è uno dei migliori che abbiamo avuto negli ultimi anni. Voglio ribadire ancora una volta che l'assessore alla Pubblica Istruzione, insieme a tutta l'Amministrazione Comunale e il Sindaco sono dalla parte dei genitori e non sono una controparte”.

Cesa, la Pro Loco presenta Donna e uomo: due modi di essere umano” di Enrica Romano

CESA. E’ previsto per venerdì 7 febbraio, alle ore 18, nella sede della Pro Loco in piazza De Gasperi, l’incontro con Enrica Romano, per la presentazione del libro “Donna e uomo: due modi di essere umano”. Un appuntamento organizzato dalla Pro Loco di Cesa per sottolineare l’interesse per le problematiche di genere che l’associazione ha sempre manifestato. Interverranno, oltre all’autrice del testo, la psicologaCarmen Bortone e l’avvocato Anna Mele; mentre le conclusione saranno affidate al professor Giuseppe Limone, ordinario di Filosofia del Diritto e della Politica presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, Facoltà di Giurisprudenza. Interverranno per i saluti il sindaco dottor Cesario Liguori, il vicepresidente del consiglio provinciale dottor Giuseppe Fiorillo e il parroco Don Giuseppe Schiavone. L’incontro sarà moderato dalla dottoressa Angela Oliva. A fare da cornice all’evento, ci sarà un’esposizione delle opere dell’artista Nicola Villano, autore, tra l’altro della copertina del libro della Romano. Entusiasta il presidente della Pro Loco Anna Mele che, in merito, ha dichiarato: “Parlare di etica non è anacronistico, anzi in un momento di profondo smarrimento urge ancor di più la necessità di interrogarsi sui valori fondanti di una società civile per arginare la deriva che incombe. Il libro della dottoressa Enrica Romano colpisce per la sua incisività e chiarezza ed affronta temi che attengono alla vita di ognuno di noi nel suo essere maschile e femminile, sulla complicata casualità dello sviluppo di ogni 'individuo, che a prescindere dalle sue scelte di vita è frutto di un'evoluzione psicologica delicata e straordinaria. La Proloco è lieta di patrocinare questo evento che rappresenta un momento di crescita per la nostra comunità”. L’autrice del libro, Enrica Romano, sottolinea l’importanza della problematica di genere: “Oggi è più che mai necessario riflettere sul rapporto tra i generi, sulla relazione tra uomo e donna. Donna e uomo sono due modi di essere umano. Siamo uguali ontologicamente, in quanto persone partecipi della stessa natura, ma “funzioniamo” in modo differente. Nasciamo entrambi da un corpo di donna ma i nostri vissuti, il nostro sviluppo psicologico e sessuale percorrono sentieri diversi, le relazioni con le prime figure di riferimento (mamma e papà) sono differenti. Mi sono chiesta quindi “ma allora uomini e donne pensano, amano, studiano, comunicano in modo differente? Questo è il viaggio che voglio fare insieme ai lettori e alle lettrici; un viaggio che conduca alla valorizzazione della differenza e a una modalità sana di relazione tra i generi che possa coinvolgere tutti/e a partire dalle nuove generazioni, con un’educazione fin dalla più tenera età alla relazione, alla comunicazione, all’affettività”.



Nessun commento: