La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

lunedì 23 maggio 2016

VENTRE NELLE PIAZZE CASERTANE, PROSEGUE LA CAMPAGNA DI ASCOLTO SUI BISOGNI DEI CITTADINI

Gazebo in largo Generale Amico ed in piazza Pitesti tra ieri e l'altro ieri per la coalizione di movimenti civici e partiti politici di centrodestra che sostengono il candidato sindaco Riccardo Ventre.

Nonostante il maltempo che pure alla fine ha visto l'annullamento della tappa di piazza della Seta, nella frazione San Leucio, venerdì mattina Ventre ha incontrato i cittadini in largo Generale Amico per un dialogo sulle tante esigenze che pure avverte la comunità casertana in termini di servizi da migliorare, viabilità da rivedere, sicurezza da garantire e vivibilità da implementare con infrastrutture e iniziative tese al rilancio di Caserta.

Numerosi anche gli scambi di idee con i residenti della zona circostante piazza Pitesti dove è stato allestito un banchetto che ha registrato la presenza di tantissime persone che hanno avuto modo di approfondire le proposte programmatiche contenute nel Manuale d'Uso per una Caserta capoluogo, inclusiva, dinamica, turistica, policentrica, trasparente, normale, sicura, accessibile, verde e smart.

"Una sfida culturale che nasce da una visione globale affinché venga realizzata una politica unitaria di sviluppo della città che ha bisogno di recuperare quel ruolo guida tanto a livello territoriale, rispetto a frazioni e borgate che devono essere connesse e messe in rete, quando con il resto di Terra di Lavoro. Noi vogliamo fare di Caserta una città normale e turistica, noi puntiamo ad un nuovo modello di Cultura di città che sua attenta alle esigenze delle casertane e dei casertani a 360 gradi", dichiara Riccardo Ventre.

Nessun commento: