La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

venerdì 29 maggio 2015

SANTA MARIA CAPUA VETERE - FACINOROSI CITTADINI CHIEDONO RISULTATI IMMEDIATI - MA IL COMUNE CERTAMENTE NON E' UNA PIZZERIA!!!!

Da qualche giorno a questa parte ci sono alcuni facinorosi cittadini che, con l’apertura della campagna elettorale per il rinnovo del consiglio regionale della regione Campania, hanno cercato di addentrarsi nel contesto politico con insensate e alquanto sprovvedute affermazioni .
La goccia che ha fatto traboccare il cosiddetto vaso è stato un volantino, a firma del sindaco della città, fatto circolare nel quartiere dello Iacp. Nel volantino, che riportiamo integralmente qui sotto, si fa riferimento agli interventi di carattere sociale, ma anche operativo, per un avviamento di riqualificazione del quartiere dello Iacp attraverso diversi progetti, tra cui quello del campo sportivo coperto e di un asilo nido all’interno della scuola comunale. 
Qual è, dunque, il reale tentativo di questi facinorosi contestatori, cui non è possibile affidare un briciolo di credibilità, che non conoscono o fanno finta di non conoscere i veri problemi amministrativi, sociali e politici della città? 
E’ importante ricordare loro ma anche a tutti noi, che l’amministrazione comunale, guidata da Biagio Di Muro, si è dovuta accollare il miserabile carico lasciato delle amministrazioni fallimentari pregresse, ovvero quella considerevole opera di saccheggio perpetrata, proprio come avvenne nell’841 dopo Cristo da parte dei Saraceni, ai danni della città di Santa Maria Capua Vetere. Nei loro comunicati pubblicati e firmati sono incentrate richieste secondo loro mai avvenute, una sorta di ordinazioni, per così dire, come avviene quando ci si trova al tavolo di una pizzeria o un ristorante.
Prima di poter concretizzare risultati visibili, cari signori, è stato necessario mettere le pezze a tutti i guai e a tutti gli enormi problemi trovati e che ancora saltano fuori giorno dopo giorno. Non si può costruire prima di aver liberato il campo dalle macerie. Come si può pretendere di rimediare in poco tempo ai danni inferti in venti anni ? ….e soprattutto in un tale periodo di crisi e tagli in tutti i campi !!! Perché questi facinorosi cittadini pretendono risultati immediati e ragliano soltanto adesso? Come mai non hanno fatto nulla per tentare di bloccare chi per vent’anni ha solo distrutto ciò che era stato fatto per la città ma soprattutto per loro?
Proprio per capirci un po’ di più ci siamo recati nel rione Iacp di Santa Maria Capua Vetere e abbiamo avuto il sentore che le dichiarazioni di questi “predicatori” non sono affatto oro che luccica, anzi, sembra che le loro provocazioni, maldestramente strumentalizzate, non hanno avuto alcun riscontro. Abbiamo incontrato cittadini che vivono con una dignità acquisita da anni, beneficiando di una casa in un rione servito da diversi servizi decentrati e che continua, nonostante tutto, ad essere attenzionato alla risoluzione delle problematiche sociali attraverso un servizio di tutoraggio educativo post scolastico, un campo estivo per favorire le attività ludiche e di socializzazione dei ragazzi.
 I progetti ci sono e verranno finalmente attuati. Il Rione avrà, per effetto di tali progetti, una collocazione privilegiata sia dal punto di vista sociale, perché le delibere sono state già approvate e, quindi, già attivato l’iter burocratico addirittura con l’indizione della gare previste.
Il volantino distribuito in queste ore, quindi, non vuole essere un mero strumento propagandistico, ma una divulgazione delle attività e dei servizi per le famiglie che da anni vivono in quel quartiere.

Nessun commento: