La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

domenica 19 gennaio 2014

DAL COMUNE DI CASERTA - L'ATTIVITA' DEL SINDACO PIO DEL GAUDIO - SALUTE PUBBLICA - IMPRENDITORIALITà E TRASPORTI

"La tutela dell'ambiente e della salute è uno dei nostri obiettivi prioritari, ad essa abbiamo ispirato ogni attività della nostra Amministrazione. Constato con soddisfazione che la condivisione di questi temi è sempre più ampia, all'insegna di un'azione che deve essere responsabile. Le note ricevute da Vito Amendolara (presidente dell'Osservatorio regionale per la Dieta Mediterranea), Rosario Cuomo (presidente della sezione casertana del Campus Salute) e Crescenzo Muto (direttore scientifico del Polo Oncologico Mediterraneo) sono la testimonianza di un impegno che va in questo senso, come abbiamo anche programmato da tempo con l'amico presidente Gianfausto Iarrobino e con il nostro Osservatorio comunale della salute. Mercoledì i rappresentanti dell'Osservatorio regionale per la Dieta Mediterranea, del Campus Salute e del Polo Oncologico Mediterraneo parteciperanno al Consiglio comunale nel quale discuteremo le proposte di integrare e modificare il Decreto Terra dei Fuochi prima della sua definitiva conversione legislativa già avanzate da più parti, all'interno dei componenti del Consiglio. Quello di mercoledì sarà un Consiglio comunale aperto alle opinioni e alle proposte di associazioni,  parti sociali e di quanti condividono i motivi e le ragioni che i cittadini hanno espresso recentemente anche con la numerosa partecipazione alla manifestazione pubblica guidata da don Antonello Giannotti e promossa dal coordinamento delle associazioni per la difesa del creato. Tutti noi aspiriamo ad iniziative incisive e determinanti per assicurare un futuro alla nostra terra, da decenni inquinata da tonnellate di rifiuti pericolosi": lo dichiara il sindaco Pio Del Gaudio.

LA NOTA DEL PROFESSOR MUTO 
Gent.mo Sig. Sindaco della Città di Caserta, dr. Pio Del Gaudio,

in relazione al Patto in oggetto,

- si condividono gli studi internazionali che evidenziano come l’intero pianeta Terra, sia ormai un “laboratorio chimico” a cielo aperto;
- si condividono le analisi che interessano, in particolare, il territorio della Provincia di Caserta e segnatamente la Città di Caserta, riguardanti il grave degrado ambientale dovuto a decenni di sversamenti di rifiuti tossici di ogni provenienza;
- si condividono le analisi scientifiche e gli studi epidemiologici che mettono in relazione il diffondersi delle malattie con tale degrado, in particolare quelle oncologiche, ma non solo;
- si comprendono e si condividono le preoccupazioni che Ella correttamente esprime sulla salvaguardia della salute delle popolazioni residenti nei suddetti territori, in mancanza di un piano sanitario ad acta;
- si comprendono e si condividono le preoccupazioni che Ella correttamente esprime sulla salvaguardia delle produzioni agro-alimentari che esprimono prodotti che rappresentano l’eccellenza a livello mondiale, in mancanza di una mappatura precisa che delimiti quelle aree realmente a rischio.

In funzione di quanto appena affermato, si sottolinea la necessità che le autorità sanitarie Regionali e/o Provinciali (ASL Caserta), in relazione alla estrema gravità della problematica, provvedano a realizzare delle iniziative finalizzate ad offrire ai cittadini residenti nella “Terra dei Fuochi”, di quelle possibilità di prevenzione, screening, diagnostiche e terapeutiche che sono di primaria importanza nella battaglia contro il cancro.

Ella, in quanto Autorità Sanitaria della città, ha sia il compito di intervenire sulle suddette istituzioni per sensibilizzarle verso la problematica, sia la possibilità di favorire iniziative analoghe sul territorio della città.

A tal scopo, alcuni anni or sono, stimati professionisti, specialisti della sanità in campo oncologico, hanno fondato il Polo Oncologico Mediterraneo. Questa associazione senza scopo di lucro ha la finalità di favorire la cultura della Prevenzione Oncologica, e di polarizzare strutture sanitarie e professionisti capaci, per rendere le prestazioni per i cittadini, rapide, efficaci ed efficienti, e a questo scopo, ha già polarizzato numerosi centri diagnostici ed istituti di cura convenzionati con il SSN.

Il Polo Oncologico Mediterraneo ha organizzato negli anni, moltissime campagne di visite gratuite per la prevenzione dei tumori e partecipa con la Lega Italiana per la Lotta ai Tumori e con Campus Salute a tutte le iniziative analoghe.

Inoltre, ogni anno, gli specialisti afferenti al Polo Oncologico Mediterraneo entrano nelle scuole superiori per “parlare ai giovani dei tumori” al fine di sensibilizzare le nuove generazioni, e collabora con le più accorsate associazioni del territorio che si occupano del sociale.

Ella, sig. Sindaco, nelle more che le Autorità Regionali recepiscano le giuste istanze, in collaborazione con il Polo Oncologico Mediterraneo, può proporre e realizzare, a costo zero per la sua Amministrazione, una serie di campagne di visite GRATUITE per i cittadini residenti, realizzando un cronoprogramma che preveda un impegno cadenzato lungo tutto l’anno e oltre, per le varie patologie tumorali.

Inoltre, è possibile, dietro Suo indirizzo, realizzare delle iniziative mediatiche con lo scopo di diffondere la cultura della Prevenzione, come spettacoli teatrali, inseriti magari nel contesto di rassegne già esistenti (quindi a costi inesistenti) e incontri sportivi con il fine della salute dei cittadini.

Lodando il Suo impegno e la Sua sensibilità verso la impellente domanda di salute da parte dei cittadini, che noi operatori, quotidianamente, verifichiamo, resto a Sua disposizione per qualsivoglia si rendesse necessario.

Saluti carissimi
Crescenzo M. Muto

LA NOTA DEL PROFESSOR CUOMO E DEL DOTTOR AMENDOLARA 


Operare per la salute dei cittadini……in attesa di....!!!

Il sodalizio tra Osservatorio Regionale della Campania  per la Dieta Mediterranea (lr n 6 /12 ) e Campus Salute Onlus Sezione di Caserta, costituito per realizzare iniziative tese a migliorare la qualità della vita dei cittadini di Caserta e provincia, con il presente documento intende  proporre  alcune attività in campo salutistico per la Città di Caserta . Tali attività meritano di essere riconosciute come modalità operative non finalizzate a condizionare le scelte individuali del cittadino, ma utili a rendere più facili tali scelte quando esse riguardano la propria salute, particolarmente se realizzate in una ottica di prevenzione.
Da qui la necessità  che, per alcune  attività già in essere e/o in corso di attivazione, sia riconosciuto il carattere istituzionale, per avviare  nella comunità casertana quel processo culturale teso a  promuovere il ruolo della prevenzione nel campo della salute e l’esercizio di una cittadinanza protesa al bene comune.
In tale ottica, le proposte di seguito trascritte, rappresentano un primo passo verso tale processo, con l’impegno dei sottoscrittori di accompagnare codesta amministrazione comunale, nel prosieguo di un programma che, nella sua totalità, possa rappresentare una risposta forte e decisa  alle tante esigenze di benessere  del cittadino casertano.
A tal fine l'Osservatorio Regionale della  Campania per la Dieta Mediterranea ed il Campus Salute Sezione Caserta propongono di istituzionalizzare in sede Comunale le seguenti attività:
1.    Progetto di formazione e comunicazione dei corretti stili di vita  nelle scuole cosi come attualmente  in atto in forma sperimentale  in 5 plessi scolastici per un numero di 500 alunni. Riteniamo che tale progetto  debba estendersi in maniera sistematica  alle scuole del Comune  attuando  un protocollo che progressivamente diventi obbligatorio per tutte le scuole della città e che veda protagonisti i ragazzi, le famiglie e i docenti insieme, per diffondere quella cultura alimentare e comportamentale  spesso  condizionata e deviata e che fa registrare  risultati negativi sotto gli occhi di tutti. Un solo dato, la popolazione in sovrappeso in Campania è di 3 milioni su una popolazione di 6.

2.    Istituire la giornata mensile del walk for life  (la passeggiata per la vita) già sperimentata dallo scrivente sodalizio , che ha dato risultati promettenti sul piano della partecipazione.
Si rappresenta qui la necessità di istituzionalizzarla per consentire ai cittadini un momento di formazione e comunicazione sulla utilità della attività motoria, sia per la prevenzione che  per il benessere fisico, in una città quale Caserta che per la sua conformazione, molto si presta ad iniziative di questo genere e la cui identificazione di città  pedestre  potrebbe essere la prima in Italia .

3.    Riportare il Campus Salute come associazione in grado di operare prevenzione in campo salutistico a favore dei cittadini ed in collaborazione con le Istituzioni Sanitarie del quale volontariato si avvale, concedendo le opportunità per la stessa Onlus di effettuare giornate di screening sul territorio al fine di  indirizzare strategie utili a prevenire e ad evitare conseguenze negative sulla salute della popolazione di Caserta e provincia.
Caserta 17  Gennaio 2014


Turismo, Del Gaudio e Napoletano: il comparto della ristorazione formuli un'offerta unica per l'incoming
"Un'offerta unica, che sia rivolta ai turisti dal comparto della ristorazione cittadina e che possa essere utilmente acquisita all'interno delle strategie promozionali del settore alberghiero per l'incoming nella nostra città". E' quanto il sindaco Pio Del Gaudio in tende proporre alle associazioni dei comparti imprenditoriali e produttivi del territorio che hanno chiesto all'Amministrazione un tavolo specifico di programma per il turismo.

"Nella prossima riunione - ha detto il sindaco, anticipandolo ai microfoni di "Telecamere in provincia", trasmissione in onda il venerdì alle ore 19.20 sui canali di Telecapri News - farò questa proposta alle associazioni". "Sono convinto - aggiunge - che l'iniziativa, se validamente applicata a Caserta, possa diventare un riferimento per l'intera regione, alla pari del biglietto nato per garantire il trasporto pubblico in regione".

"Sono sempre più concrete - commenta l'assessore al Turismo e al Marketing Territoriale, Pasquale Napoletano - le possibilità attraverso le quali il coraggio e l'inventiva dei comparti imprenditoriali e produttivi devono accompagnare l'inversione di una rotta per la valorizzazione dei nostri beni monumentali. L'accelerazione impressa dal Mibac al nuovo corso della Reggia deve ora ottenere il reale contributo di interventi e processi produttivi per fare meglio e insieme. Sempre più i commentatori nazionali e internazionali che si interessano a Caserta chiedono qualità e prezzi competitivi per i turisti: ora le imprese sono chiamate a dare la loro risposta a queste attenzioni".

Del Gaudio: Unico Campania Turismo,come quello dei trasporti

"Un'offerta unica, un Unico Campania Turismo, come quello per i trasporti. Un'offerta unica che sia rivolta ai turisti dal comparto della ristorazione cittadina di Ascom e Confesercenti e che possa essere utilmente acquisita all'interno delle strategie promozionali del settore alberghiero per l'incoming nella nostra città". E' quanto il sindaco Pio Del Gaudio intende proporre alle associazioni che hanno chiesto all'Amministrazione un tavolo specifico di programma per il turismo.

"Nella prossima riunione - ha detto il sindaco, anticipandolo ai microfoni di "Telecamere in provincia", trasmissione in onda il venerdì alle ore 19.20 sui canali di Telecapri News - farò questa proposta alle associazioni". "Sono convinto - aggiunge - che l'iniziativa, se validamente applicata a Caserta, possa diventare un riferimento per l'intera regione, alla pari del biglietto nato per garantire il trasporto pubblico in regione".

"Sono sempre più concrete - commenta l'assessore al Turismo e al Marketing Territoriale, Pasquale Napoletano - le possibilità attraverso le quali il coraggio e l'inventiva dei comparti imprenditoriali e produttivi devono accompagnare l'inversione di una rotta per la valorizzazione dei nostri beni monumentali. L'accelerazione impressa dal Mibac al nuovo corso della Reggia deve ora ottenere il reale contributo di interventi e processi produttivi per fare meglio e insieme. Sempre più i commentatori nazionali e internazionali che si interessano a Caserta chiedono qualità e prezzi competitivi per i turisti: ora le imprese sono chiamate a dare la loro risposta a queste attenzioni".
"Un'offerta unica, un Unico Campania Turismo, come quello per i trasporti. Un'offerta unica che sia rivolta ai turisti dal comparto della ristorazione cittadina di Ascom e Confesercenti e che possa essere utilmente acquisita all'interno delle strategie promozionali del settore alberghiero per l'incoming nella nostra città". E' quanto il sindaco Pio Del Gaudio intende proporre alle associazioni che hanno chiesto all'Amministrazione un tavolo specifico di programma per il turismo.

"Nella prossima riunione - ha detto il sindaco, anticipandolo ai microfoni di "Telecamere in provincia", trasmissione in onda il venerdì alle ore 19.20 sui canali di Telecapri News - farò questa proposta alle associazioni". "Sono convinto - aggiunge - che l'iniziativa, se validamente applicata a Caserta, possa diventare un riferimento per l'intera regione, alla pari del biglietto nato per garantire il trasporto pubblico in regione".

"Sono sempre più concrete - commenta l'assessore al Turismo e al Marketing Territoriale, Pasquale Napoletano - le possibilità attraverso le quali il coraggio e l'inventiva dei comparti imprenditoriali e produttivi devono accompagnare l'inversione di una rotta per la valorizzazione dei nostri beni monumentali. L'accelerazione impressa dal Mibac al nuovo corso della Reggia deve ora ottenere il reale contributo di interventi e processi produttivi per fare meglio e insieme. Sempre più i commentatori nazionali e internazionali che si interessano a Caserta chiedono qualità e prezzi competitivi per i turisti: ora le imprese sono chiamate a dare la loro risposta a queste attenzioni".

Nessun commento: