La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

venerdì 11 novembre 2016

SANTA MARIA CAPUA VETERE - LE NOTIZIE CHE NESSUNO VUOL PUBBLICARE - ECCO LA STORIA GIUDIZIARIA FRA UN MAESTRO DI TENNIS E IL GTS SAMMARITANO CHE è STATO RISARCITO DOPO 12 ANNI DI PURGATORIO.

C’era una volta bel Circolo del Tennis a Santa Maria Capua Vetere, dove si giocavano tornei  e  partite a tennis , ma è un peccato che una sfida fra un maestro di tennis e il GTS Sammaritano sia finita davanti ad un giudice. Mimmo Santonastaso, maestro di tennis federale, alla fine ha fatto come quell’operaio americano che non ha creduto ad Hillary Clinton, ma si è ribellato contro un sistema ed ha votato Donald Trump come presidente degli Stati Uniti D’America.  Al di là dei sillogismi che possono anche starci in maniera allegorica , certamente la sentenza emessa dal giudice del tribunale di Santa Maria Capua Vetere in data 17 maggio 2016 e divenuta irrevocabile, farà parlare molto nella cittadina forense. Il giudice Spezzaferri ha condannato il Gruppo Tennistico Sammaritano   in persona anche del suo presidente protempore ( così si legge nella sentenza di cui ne abbiamo copia )  al pagamento di una somma di 2834,00 euro a titolo di risarcimento del danno nei confronti di Mimmo Santonastaso allontanato senza un giusto motivo  il 3 ottobre 2003 dal GTS per volere di una esigenza dell’associazione di tipo organizzativo. Inoltre, addirittura il giudice Spazzaferri  ha quantificato anche l’onorario da pagare all’avvocato della parte attrice ,  Costantino Parisi di Vairano Scalo in 810,00 euro e  il rimborso per spese forfettario nella misura del 15 per cento compenso indicato per prestazione nonché Iva e Cpa come per legge. Una causa durata ben 12 anni per un capriccio, ma la sentenza, guarda caso, è divenuta irrevocabile e il maestro di tennis Mimmo Santonastaso dovrà essere risarcito lui e il suo avvocato. La pretesa iniziale era di circa 50 mila euro.  
Ma andiamo per ordine e raccontiamo una favola a tratti bella ed a tratti molto brutta che purtroppo è consona nell’indole “trampistica” sammaritana. Siamo nel maggio 2002 quando, dopo che per  circa 10  anni l’amico e professionista Mario Matano  abdicò la presidenza,  le nuove elezione furono definite le più chiacchierate  della storia del Circolo del Tennis di Santa Maria Capua Vetere. Un socio, il giorno della votazione si recò al Circolo del Tennis di Santa Maria  Capua Vetere per far notare che il medesimo non era stato convocato per la votazione del nuovo consiglio Direttivo e quindi chiedeva al presidente del seggio  di provvedere affinché si regolarizzare la questione . Ma visto che si trovava nella sede del circolo lo invitarono a votare, ma alla fine il presidente di seggio dovette constare che effettivamente  che per il socio non esisteva la convocazione e le elezioni dovevano essere riconvocate  . In realtà le elezioni non si rifecero e quindi , anche con il benestare di qualche personaggio politico che rappresentava la città di Santa Maria Capua Vetere,  si ratificò il  nuovo presidente del GTS Sammaritano  e il nuovo consiglio direttivo che una volta insediato la prima cosa che eseguì fu l’allontanamento del maestro di tennis Mimmo Santonastaso. Quest’ultimo  , come ogni anno,  aveva già  iniziato i corsi annuali di tennis relativi all’anno 2003 . Per questi  motivi Mimmo Santonastaso che aveva non solo  gestito da circa 25 anni i corsi di tennis, ma anche  la bouvette che guarda caso era stata affidata a lui come un senso di rispetto dopo la scomparsa del fratello Enzo, ha prodotto un ricorso davanti al tribunale di Santa Maria Capua Vetere dove anche il GTS sammaritano si opponeva alle pretese della parte attorea adducendo che la convenzione, sebbene non formulata ritualmente di anno in anno , avesse durata ottobre – giugno di ogni anno, si da lasciare alle parti di riformulare di volta in volta le condizioni contrattuali , di conseguenza nessuna pretesa poteva riconoscersi all’attore per l’anno 2003 . Pertanto si richiedeva il rigetto della domanda . Il  giudice, entrato nel merito, accoglieva parzialmente  la domanda e riconosceva al Santonastaso l’opera prestata  essendo un maestro federale  quale prestatore di servizi professionali non subordinato ,  che veniva riconosciuta solo  nel caso in cui lo stesso presti la propria opera all’ente federale .
 Da qui il riconoscimento di una somma di circa 200 euro che moltiplicata per 9 mesi da un valore di 2138.00 che rivalutata a titolo di danno patrimoniale in 2834.00 euro  per i soli  corsi di tennis, ma non per la gestione della bouvette . Mimmo Santonastaso addirittura, prima della sentenza aveva espresso la possibilità di addivenire ad un intento conciliativo sulla base del risarcimento del diritto azionato , ma non se ne fece niente in qunato il GTS Sammaritano non aderiva a tale richiesta .
Soltanto il 17 maggio 2016 il Tribunale di Santa Maria  Capua Vetere, prima sezione civile ha riconosciuto al maestro di tennis un risarcimento del danno che è divenuta irrevocabile .
Ma ora ci si domanda  è possibile mai che in un circolo del tennis così blasonato possano accadere questi episodi, quando addirittura personaggi amministrativi politici dovrebbero vigilare e quindi accertarsi se vi esistono provvedimenti e delibere amministrative  tali da consentire un affidamento in piena regola visto che qualche organo di controllo ha emesso il naso verificando alcuni illeciti?

 E’ possibile mai che non si è addivenuta a nessuna conciliazione fra il maestro di tennis e il GTS sammaritano che comunque ha ottenuto anche dei risultati sportivi quasi ottimi per una città come quella di Santa Maria Capua Vetere?    

Nessun commento: