La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

domenica 30 aprile 2017

ELEZIONI PRIMARIE DEL PD – VINCE RENZI MA NON CONVINCE, PERCHE' ROSARIA CAPACCHIONE HA PRESO IL 38 PER CENTO CHE E' LA PERCENTUALE PIU', ED ADESSO VI SPIEGHIAMO IL PERCHE’. CON QUESTI DATI L’EX PRESIDENTE DEL CONSIGLIO POTREBBE FAR SCOMPARIRE IL PD

C’era grande attesa per i risultati delle primarie del pd nel nostro paese. Alla fine tutti contenti per aver portato a votare circa tre milioni di elettori . Ma una domanda sorge spontanea “ ma Matteo Renzi ha vinto veramente ?”
 Proviamo a dare una risposta . Se  alla politiche nel 2013 solo il Partito Democratico, alla Camera dei Deputati ( dati che si possono consultare sul sito del ministero degli interni ) è stato votato da   circa nove milioni di persone  , di cui otto milioni e 646mila preferenze e al senato otto milioni e 400 mila preferenze, oggi, invece, il pd è riuscito ad ottenere soltanto 2 milioni di voti , con precisione due milioni e 800 mila voti:  Scusate ma questa non è una decable per l’ex presidente del consiglio ? E se non ci fossero stati il ministro della giustizia Orlando  a cui Rosaria Capacchione che ha raggiunto il 38 per cento in provincia di Caserta  e Camilla Sgambato che hanno speso tutto il loro tempo e la faccia, ma a ruota   il presidente della giunta regionale della puglia Emiliano che hanno rappresentato per il partito circa il 30 per cento dei voti nazionali,   l’ex presidente del consiglio  potrebbe non avere  più credibilità nazionale perché barcolla con  circa un milione e 800 mila preferenze, un quorum che ricorda , ma non me ne voglia il partito che sto per annunciare , il partito liberale italiano. Il dato di Renzi, infatti, rappresenta un piccolo partito della prima repubblica dove al massimo per far parte del pentapartito dell’arco costituzionale aveva un solo ministro. Insomma Matteo  Renzi con queste elezioni potrebbe anche far scomparire  il pd a discapito di personaggi politici che hanno messo faccia ed orgoglio.

Renzi ha vinto perché ha pagato i suoi elettori !!! Ma per fortuna  è solo una parte perché gli altri sei milioni che hanno votato per lui sono rimasti a casa. 
BRAVE ROSARIA CAPACCHIONE  E CAMILLA SGAMBATO E BRAVO ANCHE A GENNARO OLIVIERO !

venerdì 21 aprile 2017

CARABINIERI IN AZIONE -CATTURANO PREGIUDICATO ESPONENTE DEL CLAN CASALESI

I carabinieri del Reparto Operativo – Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Caserta, diretti dal Ten. Col. Nicola Mirante, in via De Amicis a Lusciano (CE), hanno rintracciato e catturato il pluripregiudicato Virgilio Claudio Giuseppe, cl. 1977, esponente apicale del clan “dei casalesi – fazione Iovine”, irreperibile dal settembre 2016 e destinatario di  ordinanza applicativa misura cautelare emessa dal gip del Tribunale di Napoli, su proposta della locale DDA, poiché ritenuto responsabile degli omicidi di Chiara Gennaro e Bamundo antonio, avvenuti nel 2000, rispettivamente, in Frignano (CE) e San Marcellino (CE).