La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

lunedì 16 maggio 2016

GDF CASERTA: “BOTTI” ILLEGALI DETENUTI IN CANTINA. DENUNCIATO IL RESPONSABILE ALL’AUTORITA’ GIUDIZIA

I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Caserta, impegnati in attività di pubblica utilità “117”, il cui compito è quello del controllo economico-finanziario del territorio, hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro oltre 17 kg. di fuochi pirotecnici, illegalmente prodotti e detenuti in un appartamento del Comune di Maddaloni. Le Fiamme Gialle, a seguito di una preliminare attività informativa, che ha consentito di individuare il luogo dove veniva svolta l’illecita attività, hanno intrapreso un mirato servizio di appostamento nei pressi del luogo e, dopo aver acquisito i necessari indizi, hanno deciso di intervenire, procedendo con una perquisizione mirata al rinvenimento del materiale esplodente. Le minuziose ricerche hanno consentito ai Finanzieri di rinvenire nella cantina dell’abitazione alcuni banconi, dotati di attrezzature professionale per la lavorazione artigianale di materiale esplodente e, nelle immediate vicinanze, alcune casse, al cui interno vi erano, tra l’altro, “bombe” e fuochi d’artificio già perfettamente confezionati e pronti per essere utilizzati. Il materiale esplodente, di diversa qualità e manifattura, aveva una massa attiva di 3,5 kg. e, quindi, un elevato potenziale deflagrante che, in caso di innesco accidentale, avrebbe provocato notevoli danni al fabbricato e alle abitazioni circostanti. In merito al rinvenimento dei “botti” il proprietario dei locali non è stato in grado di esibire alcuna documentazione che ne giustificasse il lecito acquisto ed anzi, nel corso delle operazioni di servizio, i militari hanno accertato che le “bombe” venivano prodotte abusivamente, in maniera artigianale, violando le norme sulla sicurezza e senza adottare alcuna cautela per la pubblica incolumità. Il responsabile, pertanto, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per detenzione abusiva di prodotti esplodenti, nonché per fabbricazione abusiva di materiale esplosivo. Le attività condotte dalla Guardia di Finanza di Caserta confermano, ancora una volta, l’impegno profuso quotidianamente dalle Fiamme Gialle a tutela della sicurezza dei cittadini, in virtù del potenziale pericolo rappresentato dalla manipolazione impropria di materiale esplodente.

Nessun commento: