La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

domenica 10 aprile 2016

EPISODIO SCONCERTANTE A SANTA MARIA CAPUA VETERE . NEGATO UNA SOSTA AD UNA DONNA DISABILE EGREGIO COMMISSARIO PREFETTIZIO CAMPANARO E COMANDANTE SCHIAVONE DELLA POLIZIA MUNICIPALE VI SCRIVO .....

A Santa Maria Capua Vetere non si ha rispetto neanche per i disabili. Quello che accaduto venerdi mattina in piazza Matteotti  Pizza Duomo è veramente da denunciare e comunque da aprire una inchiesta su tutti i parcheggi che sono ubicati nella città.  Un  cittadino di Santa Maria Capua Vetere dovendo accompagnare in chiesa sua madre per una funzione religiosa e munito di permesso di colore azzurro   è giunto in piazza Duomo e ha trovato una parte della piazza chiusa con un sbarra , ne sui lati erano liberi i posti per far scendere non per sostare l’auto il proprio occupate, ma dopo pochi minuti il proprietario dell’auto si è accorto  che in una zona limitrofa si era liberato un posto, ma guarda caso era riservato alla Facoltà di Giurisprudenza. Dovendo far scendere il proprio genitore ultraottantanne  si accostato nell’area libera   ad una distanza di circa 30 metri dalla chiesa e con il proprio bastone , dopo aver subito una operazione abbastanza seria ad un gamba, in compagnia del figlio si è recata in chiesa .
Nell’area di parcheggio vi era due parcheggiatori abusivi ed uno di loro si è avvicinato affermando che l’auto non poteva sostare in quel posto rammentando che il posto era riservato alle auto della facoltà di Giurisprudenza. All’uopo il guidatore ricordava al parcheggiatore che aveva sostato  l’auto soltanto per far scendere dall’auto il proprio genitore. Uno di loro , il più antenne addirittura ha affermato con una dichiarazione che immediatamente l’auto doveva essere spostata perché i posti erano riservati  e se non l’avesse fatto sarebbe stato multato non di un verbale , ma di due verbali , nonostante  avesse ben esposto il tagliando di invalidi sul cruscotto dell’auto.
A quel punto il guidatore dell’auto è andato via disgustato da ciò che era accaduto e dopo aver accompagnato il proprio genitore alla chiesa per la funzione religiosa , non avendo posti a disposizione perché occupati da altre auto, ha parcheggiato la propria auto  in un area adibita a parcheggio autorizzato  .
 E’ inutile dire che in piazza Matteotti l’ombra di un poliziotto municipale era come in un deserto perché ciò che è accaduto forse non è stato segnalato neanche alla polizia  municipale .
 Ma una cosa è da sottolineare nella città di Santa Maria Capua Vetere, che oramai è in preda a persone senza scrupoli che purtroppo comandano in  una città in preda al panico totale  di un lenta agonia morente.
 E’ un episodio molto grave perché se  ci fosse stato un po’ di buon senso e l'ha avuto soltanto il guidatore dell'auto ,  forse tutto questo non sarebbe accaduto .
 Come siamo caduto in basso a Santa Maria Capua Vetere.

 Mettiamo nell’angolo chi vuole una città in preda a delinquenti e alla criminalità organizzata !!!

Nessun commento: