La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

venerdì 29 aprile 2016

CORRUZIONE ELETTORALE A SANTA MARIA CAPUA VETERE - BIAGIO DI MURO COME PIO DEL GAUDIO MISURA RESTRITTIVA DELLA LIBERTA' PERSONALE PER FARLI PARLARE E SAPERE COSA SAPESSERO

Sono stato per circa nove giorni chiuso dentro di me dopo che l’incredibile  fatto giudiziario si era verificato nella città di Santa Maria Capua Vetere, perché ritenevo e ritengo ancora che chi “ sposa “ una idea politica amministrativa  deve rimaneva tale , ma nessuno mi vieta di fare un commento su questa storia dopo che sul filone corruttivo elettorale  ci siano soltanto due misure restrittive della liberta’ personale .
Innanzitutto Santa Maria Capua Vetere si ritrova ancora una volta  ad avere problemi giudiziari con personaggi politici che hanno dato pane e lavoro alla città. I personaggi politici  nuovi si sono fatti in quattro  affinchè per espletare la funzione di  sindaco  venissero ricevuti dai mammasantissimi della città perché loro erano più credibili verso il popolo sammaritano, lo stesso che forse  ancora oggi nutre rispetto per la famiglia.
 Proprio per questi motivi c’è stata la creazione di qualcosa che è stato motivo di interesse verso chi desiderava avere, non un ritorno, ma una consapevolezza che quel posto doveva andare a Biagio di Muro e qualcuno prima ed adesso ci ha voluto azzuppare il pane.
Due sindaci hanno avuto lo stesso trattamento  giudiziario fino ad oggi , il primo è stato Pio De Gaudio, il secondo  Biagio di Muro entrambi posti in misura della libertà personale per farli parlare. Entrambi hanno chiarito la loro posizione , ma hanno dovuto aspettare il tribunale del Riesame , Il primo scarcerato e il secondo quando lo sarà avrà lo stesso trattamento che ha avuto il primo cittadino di Caserta . 
 In questi casi io penso che le parole o gli articoli o i post o i commenti e perché no anche i servizi giornalistici sulle televisioni  e radio, servono a ben poco anche perché se, come fanno alcuni in malafede o in buona fede si sentono paladini della giustizia io dico che per Biagio Di muro stanno un po’ esagerando visto che come cacciutielli ( cani in preda alla fame ) elemosinavano notizie dalla famiglia o dal sindaco .

 L’informazione è sacrosanta , ma permettetemi di dirlo non mi ero passato neanche per la testa che qualche sammaritano potesse alzare il dito e dire io non c’ero . Ho apprezzato invece chi ha avuto rispetto per la famiglia e per chi ha costruito per dare pane e lavoro ad una città . 

Nessun commento: