La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

mercoledì 3 febbraio 2016

CONTROLI A RAFFICA DENUNCIATI DAI CARABINIERI 21 IMPRENDITORI SOSPESO 15 ATTIVITA' E SCOPERTI 24 LAVORATORI IN NERO

L’edilizia costituisce uno dei principali settori imprenditoriali attivi sul territorio casertano, ed è in tale contesto che i Carabinieri del NIL di Caserta stanno producendo il massimo sforzo al contrasto dell’illecito impiego di manodopera e al tempo stesso garantire la corretta applicazioni della normativa di sicurezza sui luoghi di lavoro.
Negli ultimi giorni, nell’ambito di una massiccia attività di controllo nei confronti delle aziende operanti nel citato settore, i militari hanno deferito a piede libero all’Autorità Giudiziaria, 21 imprenditori edili responsabili di violazioni alla vigente normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, sospendendo nel contempo 15 attività d’impresa per aver impiegato 24 lavoratori in “nero”, su 41 in totale controllati.
Nel medesimo contesto, in Portico di Caserta, per le medesime violazioni sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, gli operanti hanno sottoposto a sequestro un cantiere edile ove era in costruzione un centro commerciale della superficie di 1.500 mq e del valore complessivo di circa 2 milioni di euro.
Complessivamente venivano contestate sanzioni amministrative per 120 mila euro ed ammende per violazioni penali pari a 90 mila euro.

Nessun commento: