La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

mercoledì 11 novembre 2015

CARABINIERI IN AZIONE - SANTA MARIA CV - SEQUESTRO PREVENTIVO PER IL PONTEGGIO DELLA EX CASA COMUNALE - DENUNCIATO IL RESPONSABILE ALLA SICUREZZA

I carabinieri della stazione di Santa Maria Capua Vetere, in quel centro, nell’ambito dell’esecuzione di un servizio volto a contrastare i fenomeni d’illegalità diffusa, in collaborazione con personale del dipartimento di prevenzione della ASL sammaritana hanno eseguito un controllo presso un cantiere edile pubblico. L’accertamento è stato finalizzato alla verifica della conformità alla vigente normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. In tale contesto, i militari dell’Arma, guidati dal Maresciallo Capo Mario Iodice, comandante della stazione, hanno deferito in stato di libertà un trentasettenne del luogo, responsabile del cantiere per conto della ditta appaltatrice. Nella circostanza, nel corso del sopralluogo, i carabinieri hanno accertato la mancata conformità dei ponteggi esterni e delle impalcature interne, che sono stati sottoposti a sequestro preventivo. Il cantiere, finanziato con fondi pubblici erogati dal comune di Santa Maria Capua Vetere, è stato avviato per la ristrutturazione di un immobile per la predisposizione di locali ed uffici per le esigenze della locale sede giudiziaria.



I Carabinieri della stazione di Vairano Scalo (CE), in Vairano Patenora (CE), hanno proceduto all’arresto, in flagranza di reato per detenzione illegale di armi da fuoco e munizionamento, di D’Arezzo Bartolomeo, cl. 1962, del luogo. I militari dell’Arma hanno effettuato una perquisizione presso l’abitazione dell’arrestato, rinvenendo e sottoponendo a sequestro penale:
-           1 fucile carabina winchester marca “adler” cal. 308, mod. fal con relativo caricatore, il quale risultava alterato, per la presenza su di esso, di  silenziatore per arma tipo guerra;
-           kg 4,130 di polvere da sparo;
-           5 silenziatori per arma comune da sparo (di cui 4 in fase di perfezionamento);
-           2 silenziatori per arma da guerra (di cui 1 per carabina mod. ak-47);
-           1 canna per fucile “mauser”;
-           1 otturatore per arma comune da sparo;
-           16 cartucce cal. 223, 6 cartucce cal. 330 winchester, 19 cartucce cal. 44 magnum;
-           materiale atto alla fabbricazione di armi e munizioni quali un tornio, un trapano di precisione, punzoni alfanumerici per matricole, pinze ed una pressa per la compressione di munizioni,
il tutto illegalmente detenuto, escluso il fucile, che è risultato regolarmente denunciato dal D’Arezzo ma, modificato con la presenza di un silenziatore da guerra. All’uomo, titolare di porto d’armi non rinnovato, sono stati altresì sequestrati 5 fucili e nr. 205 cartucce.
Pertanto, lo stesso, è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria C.V., come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria.

Nessun commento: