La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

giovedì 23 luglio 2015

CARABINIERI IN AZIONE - LE OPERAZIONI DEL GIORNO IN PROVINCIA DI CASERTA -


I Carabinieri della Stazione di Castel Volturno Pinetamare hanno tratto in arresto per tentato furto Cantone Carminecl. 91 e Schiavino Cirocl. 89, entrambi del luogo. I militari operanti bloccavano i due giovani mentre tentavano di asportare materiali vari, nonché rubinetteria, termosifoni ed infissi in alluminio dall’interno degli edifici in disuso già ospitanti l’ex “hotel delle acacie” ed ex “scuola 2° circolo didattico”, di proprietà di una Società avente sede legale in Napoli. Durante le operazioni di p.g. il Cantone nel tentativo di sottrarsi all’arresto opponeva resistenza attiva nei confronti dei militari che lo traevano in arresto anche per resistenza a p.u.. Gli arrestati sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Durante la decorsa notte, in Castel Volturno (Ce), località Pinetamare, via Messina, militari del locale comando Stazione hanno tratto in arresto TAHIRU Muntari, cl. 75. Il 40enne, ghanese, a seguito di perquisizione personale e domiciliare è stato trovato in possesso di nr. 27 dosi di sostanza stupefacente del tipo marijuana per complessivi grammi 21 e la somma contante pari ad € 785,00, verosimilmente provento dell’illecita attività di Spaccio. L’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (Ce).


E’ diventato un comportamento ormai “normale” quello di utilizzare i mezzi pubblici senza pagare il biglietto, tanto normale che se qualcuno ci ricorda l’obbligo c’è chi si contraria al punto da aggredire il Capotreno.
E’ quello che è successo ieri sera 22 luglio 2015 a bordo del treno 7880 E.A.V. (Ente Autonomo Volturno) in servizio sulla tratta alifana Napoli – Piedimonte Matese, al capotreno di anni 47, in servizio sull’ultima corsa in partenza da Napoli alle ore 18.50, quando ha cercato di ottenere il pagamento del biglietto del treno da parte del giovane 25enne da Piedimonte Matese. Il ragazzo inizialmente ignorava gli inviti del ferroviere ed alle sue insistenze dapprima rifiutava di regolarizzare la propria posizione e successivamente iniziava un violento alterco dapprima verbale e poi fisico con il responsabile del treno. Al momento della partenza del convoglio dalla stazione ferroviaria di Alvignano ove era salito il giovane infastidito dalla pressante azione del capotreno che lo invitava a scendere dalla vettura, per tutta risposta nello scendere i primi gradini si voltava e lo aggrediva con un coltello colpendolo alle gambe, dandosi successivamente alla fuga. L’allarme scattato nella stazione ferroviaria di Dragoni e le immediate ricerche esperite dai militari della Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese consentivano di rintracciare e bloccare il 25enne, che liberatosi del coltello, era salito a bordo di una vettura condotta da un conoscente cercando di rientrare a Piedimonte Matese, come se nulla fosse accaduto. 
Il capotreno nel contempo veniva assistito dai sanitari del 118 e quindi trasportato presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di Piedimonte Matese ove gli erano riscontrate ferite da arma bianca sia alla gamba destra che alla caviglia sinistra, per cui veniva ricoverato in osservazione con una prognosi di almeno 15 giorni.
A carico dell’aggressore, nell’arco notturno, sono stati acquisiti gli elementi utili a definire il quadro probatorio a suo carico, per cui veniva deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.


Un equipaggio dell’aliquota radiomobile del Comando Compagnia Carabinieri di Mondragone, ha tratto in arresto NDIAYE Ley, cl. 88 del Senegal. Allo stesso i militari dell’Arma hanno notificato un ordine di carcerazione emesso dall’ ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Napoli. IlNDIAYE dovrà scontare la pena residua di mesi 10 di reclusione poiché colpevole dei reati di detenzione ai fini del commercio di supporti audiovisivi contraffatti, ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, commessi 26.03.2013 in Napoli. L’arrestato, è stato tradotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (Ce).


Nessun commento: