La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

mercoledì 17 giugno 2015

SANTA MARIA CAPUA VETERE - La Regione sblocca i fondi, via libera ai lavori nell’ex Comune: ospiterà uffici di Presidenza del Tribunale, Ordine degli Avvocati e Unep





La Regione Campania sblocca finalmente i fondi e ripartono i lavori alla ex casa comunale di Santa Maria Capua Vetere.
Il cantiere per la sistemazione della ex sede del Comune, in via Cappabianca, era fermo da circa un anno a causa della mancata erogazione dei necessari finanziamenti da parte dell’ente di Palazzo Santa Lucia. I fondi sono stati finalmente resi disponibili e i lavori sono stati riavviati, con l’obiettivo di completarli entro la fine dell’anno.
Nell’edificio ristrutturato saranno sistemati gli uffici della Presidenza del Tribunale, quelli dell’Ordine degli Avvocati e quelli dell’Unep (notifiche, esecuzioni, protesti).
L’amministrazione comunale – guidata dal sindaco Biagio Di Muro – aveva anche ottenuto il parere favorevole per la realizzazione di un padiglione di copertura degli importanti reperti archeologici rinvenuti in fase di scavo. Durante l’intervento, infatti, vennero alla luce una serie di ambienti di notevoli dimensioni, appartenenti a un edificio di epoca romana. Dai resti archeologici si distingue chiaramente una fase di piena età imperiale, collegata al fervore che l’Antica Capua conobbe, in particolare, in epoca antoniniana. Lo scavo dei pavimenti ha poi permesso di individuare strutture di epoche precedenti, tardo-repubblicane e augustee.
Visto l’importante rinvenimento, fu deciso di realizzare (in accordo con le competenti sovrintendenze) un padiglione espositivo dei resti dell’antico edificio romano, nonché un nuovo spazio verde urbano, ricavato sulla copertura dello stesso padiglione.
Il progetto per il completamento e il restauro della ex casa comunale fu pertanto modificato per tener conto degli importanti reperti e per garantirne la massima fruizione possibile.



Nessun commento: