La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

mercoledì 3 giugno 2015

NON SONO SOLO GLI IMMIGRATI AD ESSERE UN PROBLEMA PER LO STATO , MA VI SONO ANCHE I RAVE PARTY ! SI VA SEMPRE PIU' A FAVORIRE LA CLANDESTINITÀ' INVECE DI ' DEBELLARLA !!

    
C'era una volta il divertimento , ora invece di divertirsi si uccide quando per bullismo e sotto gli effetti di alcool ed anfetamine si cerca di eseguire atti ed episodi che assumono per certi versi quelli descritti nelle ordinanze di molti anni fa .  se prima si uccideva perché si apparteneva a gruppi di criminalità organizzata oggi si uccide perché si appartiene ad una banda da “ Arancia Meccanica “. L’episodio accaduto sulle colline di Castelmorrone la dice lunga su come i rave party sono i più pericolosi perché possono nascondere trappole mortali a danno di gente che forse si era si era recata li per caso a addirittura si era recata li per misurarsi con altre bande. Prima i night club , poi le discoteche, poi ancora le megagalattiche discoteche , poi i party all’aperto e sempre di più adesso i rave . alla base un mega giro di migliaia di centinaia  euro dove però ci sguazzano facinorosi individuo che guardano soltanto al business e senza che nessuno possa dirgli niente . Rave vuol dire  "entusiasmarsi" ma anche "farneticare", "recriminare, ma rave party significa anche festa libera  - clandestina dove addirittura non si pagano neanche i diritti di autore  e dove  neanche chi deve controllare si può avvicinare perché non sa neanche dove si uniscono per ballare a suon di musica ad alto volume . I party infatti si fanno in aperta campagna lontano da centri abitati e nei pressi di locali i quali non  c’entrano niente con gli organizzatori , ma quest’ultimi sfruttano il posto per individuarne il luogo in cui si svolgerà la festa clandestina .  Basta un giro su internet e facebook addirittura non hanno neanche il computer ma smart phone che servono a inviare inviti e il gioco è fatto. Sul posto  dove si svolge il rave party giungono tir che scaricano strumentazione con più di mille watt, alcool e droga a volontà  ed ecco che si da inizio a quello che è il più grande sballo dove addirittura  sono negati le star dei d.j.
 E’ una cosa da stare non lontani ma lontanissimi perché in questi party può succedere di tutto così come è successo nelle campagne di Castelmorrone.     

I comunicati 
Nella odierna mattinata, in Castel Morrone presso l’area aperta dell’Old River, località Sopra Mulino, durante lo svolgimento di una manifestazione musicale ha perso la vita un giovane ventiquattrenne originario di Frattamaggiore (Na). Sono in corso le indagini per accertare le cause del decesso. La salma del giovane è stata trasportata presso la medicina legale dell’ospedale civile di Caserta.La vittima deceduta questa mattina in Castel Morrone si identifica in Franzese Antonio, cl. 91, originario di Frattamaggiore. Vi sono altre due persone ferite. Le indagini sono coordinate dalla Dott.ssa De Ponte, Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

Nessun commento: