La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

martedì 30 giugno 2015

CARABINIERI IN AZIONE - LE OPERAZIONI DEL GIORNO IN PROVINCIA DI CASERTA

I Carabinieri del Comando Stazione di Castel Volturno hanno tratto in arresto per furto con strappo RACHED Oumaima, cl. 93, tunisina, già sottoposta all’obbligo della presentazione alla P.G., disposta da Tribunale Santa Maria Capua Vetere. La donna è stata bloccata, dai militari dell’arma, al Km 33 della SS Domitiana mentre tentava di allontanarsi subito dopo che aveva asportato, con forza, il  borsello contenente oggetti e documenti personali dalle di un 70enne di Napoli. La refurtiva recuperata è stata riconsegnata all’avente diritto. L’arrestata, invece, è stata trattenuta all’interno delle camere di sicurezza in attesa di essere giudicata con rito direttissimo


In Villa Literno (CE), nel corso di un servizio straordinario finalizzato a contrastare il fenomeno degli opifici clandestini, i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato, per“istigazione alla corruzione”, il cittadino cinese Jiang Miarong, cl. 1979, residente a Villa Literno. L’uomo, al fine di eludere il controllo di polizia all’opificio clandestino da lui diretto, ha offerto ai militari dell’Arma la somma in contanti di euro 900,00, denaro immediatamente sottoposto a sequestro. Nella circostanza, infatti, è stato individuato un laboratorio con n. 6 persone di nazionalità cinese, sprovviste di regolare contratto di lavoro e impiegate nella produzione di scarpe in luoghi di lavoro in totale difformità dalle norme in materia di igiene e sicurezza. Il locale adibito ad opificio, inoltre, è risultato sprovvisto di autorizzazione e, pertanto, sottoposto a sequestro penale, unitamente alle attrezzatture istallate, corrispondenti a 12 postazioni di lavoro. L’arrestato è stato altresì deferito all’Autorità Giudiziaria  per “violazioni alla normativa in materia di lavoro nonché igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro”. Pertanto è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Con l’attuale individuazione salgono a 4 gli opifici clandestini scoperti dai Carabinieri della Compagnia di Casal di Principe nel solo territorio di Villa Literno dall’inizio di quest’anno ad oggi.

Nessun commento: