La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

sabato 2 maggio 2015

CARABINIERI IN AZIONE - LE OPERAZIONI DEL GIORNO 2 MAGGIO 2015

I carabinieri della Stazione di Trentola Ducenta, a conclusione di articolata attività d’indagine  hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di Gesso Antonio, classe 89 di Arzano. Il 26enne, il 10 dicembre 2014, unitamente ad altro complice, armati di pistola e con volto coperto rapinarono un 38enne, avvocato, del luogo al quale tolsero l’autovettura Fiat 500L, che lo stesso stava parcheggiando nei pressi della propria abitazione e la somma contante di € 2.400,00. Il provvedimento cautelare è stato notificato al GESSO presso la sua abitazione dove lo stesso si trovava sottoposto agli arresti domiciliari per altra causa.
 Nella mattinata odierna è stata inaugurata la Sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo di San Prisco, intitolata all’App. S. MOVM  alla memoria Tiziano DELLA RATTA. Alla manifestazione oltre ai familiari del militare deceduto il 27 aprile 2013 in Maddaloni, tra cui la vedova Signora Vittoria Iannotti che in qualità di madrina ha tagliato il nastro, sono intervenuti anche il Presidente dell’Associazione Regionale dei Carabinieri in congedo Gen. C.A. Domenico Cagnazzo, il Comandante della Legione Carabinieri Campania, Generale di Brigata Gianfranco CAVALLO, rappresentanza dell’arma in servizio e  le Autorità locali civili. Le fasi della cerimonia sono state accompagnate dalla note suonate della fanfara del 10° RGT CC Campania.

 In Santa Maria a Vico (CE), i Carabinieri della locale stazione hanno eseguito il fermo di indiziati di delitto di iniziativa nei confronti dei cugini albanesi Sinani BaftjarSinani Viktor entrambi cl. 1983, nullafacenti e senza fissa dimora. A carico dei predetti sono emersi gravi indizi in ordine al reato di rapina in abitazione, perpetrato il 21 aprile 2015, ai danni di un trentaquattrenne di Santa Maria a Vico. In quella circostanza, i malfattori, dopo aver minacciato di morte la vittima con un arma da fuoco, riuscivano ad asportare 300 euro in contanti e vari monili in oro per un valore di circa 1000 euro. Successivamente si davano alla fuga per le vie di quel centro.Le immediate indagini, condotte dai militari dell’Arma, hanno consentito di identificare e fermare i due. Sono tuttora in corso ulteriori accertamenti colti all’identificazione di un terzo complice. I due albanesi, pertanto, sono stati accompagnati presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (CE), come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria che, concordando con le risultanze investigative prodotte dai Carabinieri ha convalidato il fermo disponendo la permanenza in carcere degli albanesi.

Nessun commento: