La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

venerdì 15 maggio 2015

CARABINIERI IN AZIONE - LE OPERAZIONI DEL GIORNO IN PROVINCIA DI CASERTA



In Parete (CE) corso Vittorio Emanuele,  i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Reparto Territoriale di Aversa hanno arrestato, in flagranza reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti D’Angio’ Ciro, cl.1990, residente a Villaricca (NA). L’uomo è stato sorpreso mentre, nei pressi di un bar, stava cedendo n. 2 bustine contenenti “marijuana”, ciascuna del peso di un grammo, ad un acquirente. Nella circostanza i militari dell’Arma hanno sottoposto a sequestro, oltre allo stupefacente, anche la somma in contanti di euro 385,00 (trecentoottantacinque,00), ritenuta provento dell’attività illecita. L’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa della celebrazione giudizio direttissimo innanzi alla competente Autorità Giudiziaria.


In Parete (CE), via Pastore, i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato, in flagranza di reato per rissa tre persone, due del luogo ed una di Gricignano di Aversa (CE). I tre, infatti, sulla pubblica via, per dissidi privati legati a motivi di vicinato, che da tempo intercorrono tra le rispettive famiglie ingaggiavano una violenta lite, interrotta dal tempestivo intervento dei militari dell’Arma. Gli arrestati sono stati accompagnati agli arresti domiciliari e posti a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.


MAXI CONTROLLO DEL TERRITORIO DEI CARABINIERI
SEQUESTRATI E CHIUSI ALTRI DUE CENTRI SCOMMESSE ILLEGALI

Villa Literno (CE)– I Carabinieri della Stazione di Villa Literno, coordinati dalla Compagnia di Casal di Principe, nella serata di ieri, con l’ausilio di personale dei Monopoli di Stato di Caserta, hanno eseguito un consistente servizio di controllo straordinario del territorio nel comune di Villa Literno.
Nel corso del servizio sono stati controllati diversi esercizi pubblici e centri scommesse, ed eseguiti numerosi posti di blocco e di controllo sulle principali arterie stradali, conseguendo i seguenti risultati:
-       per due centri scommesse di Villa Literno è stata accertato l’esercizio dell’attività di scommessa non autorizzata, con relativa chiusura e sequestro di tutta l’attività e deferimento all’autorità giudiziaria dei gestori per “esercizio del gioco d’azzardo”;
-       all’interno di uno dei due centri scommesse sequestrati, tra i numerosi clienti, sono stati identificati anche minorenni dediti al gioco;
-       sono state contestate violazioni amministrative agli esercizi pubblici per un importo complessivo di 6.600 euro;
-       elevate decine di contestazioni al codice della strada, con sequestri e fermi amministrativi di veicoli e sanzioni per diverse centinaia di euro;
-       controllati gli arrestati domiciliari e i soggetti sottoposti a misure di prevenzione personali, sorvegliati speciali.
Nel corso del servizio sono stati impiegati 18 militari e 6 autovetture.
Lo scorso 6 maggio era stato eseguito un analogo servizio a Casal di Principe, concluso con il sequestro di altri due centri scommesse illegali.



In Maddaloni (CE), i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, nel corso di un servizio per il controllo del territorio, hanno arrestato, in flagranza di reato un giovane slavo, minorenne, residente a Napoli presso il campo rom di Scampia, ritenuto responsabile, unitamente ad altri soggetti in corso di identificazione, di rapina in abitazione commessa ai danni di un trentasettenne di Maddaloni. I malfattori, infatti, previa effrazione di una finestra, dopo essersi introdotti all’interno della predetta abitazione, mentre stavano asportando vari monili in oro ed un personal computer, sono stati sorpresi dalla vittima, appena rincasata, con la quale hanno ingaggiato una colluttazione. I militari operanti, a seguito di segnalazione pervenuta sul 112, sono subito intervenuti riuscendo a bloccare il minore, in possesso di parte della refurtiva, recuperata e restituita al legittimo proprietario. I complici, invece, accortisi dell’arrivo dei Carabinieri, si sono precipitosamente allontanati per le vie limitrofe a bordo di una Fiat stilo di colore blu. A seguito del successivo sopralluogo i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato vari oggetti atti allo scasso. La vittima, visitata presso il pronto soccorso dell’ospedale civile di Maddaloni, è stata riscontrata affetta da “escoriazioni braccio destro, contusione mano sx”. Indagini in corso finalizzate all’identificazione dei complici. L’arrestato è stato accompagnato presso il centro di prima accoglienza di Napoli Colli Aminei, su disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Nessun commento: