La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

mercoledì 22 aprile 2015

SCANDALO OSPEDALE DI CASERTA - L'ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA - CI SCRIVE UN ACCOMPAGNATORE CHE SI E' RECATO STAMATTINA ALL'OSPEDALE DI CASERTA

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO 
CARO BLOG ti scrivo 
AGLI ORGANI COMPETENTI , POLITICI , AMMINISTRATORI E PERSONALE DELL’OSPEDALE SAN SEBASTIANO DI CASERTA 
Ho letto stamattina e ieri nei siti internet di alcuni colleghi della decisione della Presidenza del Consiglio dei Ministri di sciogliere l’azienda sanitaria dell’ospedale San Sebastiano e Sant’Anna di Caserta in seguito alle vicende giudiziarie che hanno interessato i fatti di criminalità organizzata accaduti nell’ ultimo anno.
 E devo essere sincero, stamattina mi sono recato presso l’ospedale di caserta per accompagnare una persona anziana  che è stata accompagnata con il servizio del 118 in seguito ad una caduta  accidentale in casa . 
 Mi sono accorto, che dopo che il paziente, avuta  la prima assistenza, è stata accompagnata  in una delle medicherie del pronto soccorso di Caserta, anche se  all'ospedale sono comparse le barelle . Li giacevano malati in attesa di un posto letto , visto che il nosocomio di caserta era oramai saturo. 
 Siamo giunti intorno alle 7 e dopo aver aspettato il tempo necessario per una radiografia e una ecografia , devo sinceramente complimentarmi con il personale medico , paramedico e di pulizia .
Siamo stati gestiti in maniera egregia dove tutti hanno cercato di rimboccarsi le maniche dopo le notizie alquanto particolari che sono state pubblicate sui giornali e sui siti internet . 
 L’attesa si sa è stata snervante , ma il personale in servizio visto che siamo capitati nei due turni quello di smontaggio e montaggio  si è dato da fare  in tempi brevi . Gli occhi di queste persone alquanto spenti hanno dato in ogni caso credibilità al paziente, anche se in codice bianco, che ha avuto tutte le cure necessarie.
Intorno alle 9.00 il paziente è stato dimesso ed è tornato a casa . Ma cosa sarebbe successo se lo stesso fosse giunto in codice Giallo o addirittura Rosso ? Sarebbe finito su una barella così come è  accaduto negli ospedali napoletani ?? Guai a chiedere definitivamente l’ospedale di caserta e guai a far mancare l’assistenza primaria e secondaria non dando credibilità al personale medico , paramedico ed infermieristico!!
 L’Ospedale non si tocca e va potenziato . Guai a chiederlo o a non dargli l’apporto necessario. Morirebbero centinaia di migliaia di persona – E’ ora di finirla politici casertani , provinciale , regionali e nazionali !! E come si si dice in napoletano “ di fare chiacchiere a vacant’- rimboccatevi le maniche e siate più presenti negli ospedali e constatate voi in che condizioni lavorano i medici !!
 Un assiduo lettore 
 Caro blog continua così perché sono tutti, come dici tu  una munnezza!!!!

LEGGI ANCHE    

http://prosperocecere.blogspot.it/2015/04/laltra-faccia-della-medaglia-ospedale.html 

Nessun commento: