La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

lunedì 20 aprile 2015

FURTI PRESSO LE SCUOLE: I CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI SANTA MARIA CAPUA VETERE ARRESTANO TRE SOGGETTI

FURTI
Nel corso della notte i carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere, hanno tratto in arresto, in flagranza del reato  di furto in danno di un edificio scolastico nel comune di Qualiano (NA) tre soggetti della provincia di Napoli. Ad essere stato preso di mira era  stata la Scuola Media Statale “SALVATORE DI GIACOMO” di via Macello. Infatti, i malviventi, dopo aver forzato la porta d’ingresso si sono introdotti all’interno di quell’edificio dove hanno dapprima strappato i cavi elettrici che alimentano il sistema d’allarme e poi praticato un foro nella parete di un’aula chiusa, dall’interno della quale hanno poi prelevato due computer portatili. Prima di fuggire hanno forzato anche le macchinette per la distribuzione di bevande dall’interno delle quali hanno asportato 150 euro in monete. All’uscita della scuola sono stati però notati dai militari dell’arma che li hanno seguiti e bloccati mentre si allontanavano a bordo di un’autovettura con la quale avevano raggiunto la scuola. I tre soggetti arrestati  sono ESPOSITO VINCENZO, cl. 67 di Sant’Antimo (NA)  LEO Agostino cl. 91 e MARINIELLO Vincenzo, cl. 79 di Napoli.  I tre saranno giudicati per direttissimo.  All’atto dell’arresto uno dei tre, simulando un malore ha tentato di scappare  ma è stato prontamente bloccato dai carabinieri. Ne corso della perquisizione veicolare i carabinieri hanno rinvenuto, occultati all’interno di doppi fondi ricavati nelle portiere laterali, l’intera refurtiva nonché attrezzi per lo scasso. La refurtiva è stata interamente restituita all’avente diritto.

Nessun commento: