La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

domenica 12 aprile 2015

CARABINIERI IN AZIONE - LE OPERAZIONI DEL GIORNO IN PROVINCIA DI CASERTA

In Maddaloni (CE) e comuni limitrofi, i Carabinieri della locale Compagnia, a conclusione di un servizio straordinario per il controllo finalizzato alla prevenzione dei reati in genere, hanno deferito 5persone sorprese alla guida dei propri veicoli sprovvisti della prescritta patente di guida, in quanto mai conseguita o revocata. Inoltre altre3 persone sono state sottoposte a controllo mediante “etilometro”  e riscontrate con un tasso alcolemico superiore alla media consentita. Due utenti della strada, invece, sono stati trovati in possesso di certificati assicurativi falsi. Nel corso dello stesso servizio sono stati deferiti alla competente Autorità Giudiziaria 2 cittadini rumeni responsabili di ricettazione, poiché sorpresi a bordo di motocarro privo di targa, oggetto di furto denunciato nel 1995 a Piedimonte Matese (CE).
Un cittadino maddalonese, invece, è stato fermato a bordo di un veicolo già sottoposto a sequestro. Infine, unitamente a personale del NAS di caserta, i Carabinieri di Maddaloni hanno altresì deferito i titolari di due bar di Santa Maria a Vico per violazioni in materia igienico-sanitarie. I controlli hanno fatto registrare:
-     l’elevazione di 34 verbali al c.d.s per varie infrazioni, di cui n. 9 per mancanza di copertura assicurativa;
-     una segnalazione al Prefetto di Caserta per detenzione di sostanze stupefacenti;
-     il  sequestro di 13 veicoli;
-     il ritiro di 4 patenti di guida.



In Casal di Principe (CE), i Carabinieri della stazione di Trentola Ducenta (CE), unitamente a quelli della locale stazione e con il supporto di unità cinofile della Guardia di Finanza – Gruppo di Aversa, hanno arrestato, in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi, P. G., cl.1990, residente a Casal di Principe. L’uomo, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, è stato trovato in possesso di complessivi grammi 44 (quarantaquattro) di marjiuana e 4 (quattro) di cocaina, suddivisi in dosi e che smerciava all’interno della propria abitazioneun bilancino di precisione, medicinali ed altro materiale per il taglio e confezionamento dello stupefacente, nonché di 29 cartucce cal. 38 ed una pistola a salve. Il tutto è stato sottoposto a sequestro unitamente alla somma in contanti di euro 180,00 (centoottanta), ritenuta profitto dell’attività illecita. L’arrestato, pertanto, è stato sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.


In Salerno, presso la locale casa circondariale, i Carabinieri della stazione di Grazzanise (CE), in collaborazione con quelli del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Salerno, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE) nei confronti del pregiudicato serbo Radosavlejic Robert cl. 1993, di etnia rom, domiciliato in napoli, presso il campo nomadi di Scampia, responsabile di rapina. Il provvedimento restrittivo è scaturito dalle risultanze investigative prodotte dai Carabinieri a seguito della rapina in abitazione perpetrata in Grazzanise il 6 luglio 2013 ed in relazione alla quale, a seguito di mirate indagini, sono stati individuati i responsabili. Pertanto, la competente Autorità Giudiziaria, condividendo quanto raccolto dell’Arma emise la misura cautelare già eseguita nel mese di ottobre 2013 nei confronti del complice  Djordjevic Darko, cl. 1985, circostanza in cui Radosavlejic Robert si era reso irreperibile.Si ribadisce che l’attuale provvedimento è stato eseguito presso la casa circondariale di Salerno ove lo stesso si trova detenuto in quanto arrestato per furto in abitazione, commesso in provincia di Salerno nel mese di febbraio 2015.



Alle ore 21,00 circa, di ieri,  in Francolise (CE), via s.p. 7, un autovettura  Audi  A4, ha tamponato un veicolo agricolo condotto da S. P., cl. 74,  del luogo. Nella circostanza la suddetta autovettura, a causa dell’urto violento ha sbandato invadendo la corsia di marcia opposta  dove si è scontrata  con altra autovettura fiat punto, condotta da un  sessantanovenne di Tora e Piccilli (CE) e con a bordo altre tre persone tra cui  la figlia di 8 anni del conducente. A seguito delle lesioni riportate durante il violento scontro, la piccola è deceduta presso l’ospedale di Caserta, mentre i restanti occupanti delle autovetture permangono tuttora ricoverati, in prognosi riservata, presso gli ospedali di Sessa Aurunca (CE) e Pinetagrande di Castel Volturno (CE). Il conducente del veicolo agricolo, rimasto illeso e resosi irreperibile, è stato rintracciato a seguito di immediate indagini dai Carabinieri della Stazione di Sant’Andrea del Pizzone (CE) e deferito, in stato di libertà, per omissione di soccorso. I veicoli sono stati sottoposti a sequestro.



In Castel Volturno (CE), località Pescopagano, viale Antonio Rizzo, i Carabinieri della  Stazione di Mondragone (CE) hanno arrestato i cittadini extracomunitari Gouassere Franck, cl. 1994 della Costa d’Avorio, Agyre Isaac, cl. 1995, ghanese e Moses Prince, cl. 1985, nigeriano. Nella circostanza, i militari dell’Arma hanno bloccato i tre subito dopo aver asportato 2 (due) infissi in alluminio, 1 (una) antenna tv e vario materiale in ferro dall’interno di un’abitazione, della zona. La refurtiva recuperata è stata restituita all’avente diritto mentre gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo innanzi alla competente Autorità Giudiziaria.


Nessun commento: