La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

venerdì 6 marzo 2015

SANTA MARIA CV- “Lottare per non morire”, l’amministrazione comunale organizza un convegno sul femminicidio per il 7 marzo




“Lottare per non morire”, è il titolo del convegno promosso dall’amministrazione comunale in occasione della festa delle donne.
L’appuntamento è fissato per sabato 7 marzo, alle 18, nel Salone degli Specchi del teatro Garibaldi e costituisce un momento di riflessione sulla violenza di genere e sul femminicidio.
Dopo i saluti del sindaco Biagio Di Muro e dell’assessore alle Pari opportunità Paola Tamborino, interverranno Francesca Beneduce (presidente della commissione regionale pari opportunità), Anna Maria Ferriero (penalista), Lella Palladino (presidente della cooperativa Eva Onlus), Antonio Del Monaco (psicologo), Giuseppe Valente (ginecologo e medico missionario), Francesca Nardi (giornalista), D’Aria (cantautrice). Il dibattito sarà moderato dalla psicologa Tonia Bellucci e sono previste anche le testimonianze di parenti di vittime di violenze domestiche.
“Si tratta – commentano il sindaco Di Muro e l’assessore Tamborino – di un convegno importante per il tema trattato, ma soprattutto per l’alto livello dei relatori che esamineranno gli aspetti tecnico-giuridici, socio-psicologici e medici della violenza di genere. Per l’amministrazione comunale, dunque, è il modo più appropriato per celebrare la festa delle donne, con un momento di riflessione profonda sul dramma del femminicidio”.


Nessun commento: