La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

giovedì 18 dicembre 2014

Raffaele Vitale: “Pd casertano fuori da tutti gli enti strumentali, non accetto lezioni di moralità da chi ha fatto accordi consociativi”



È giunto il momento  fare definitiva chiarezza su una vicenda che sta lacerando il partito democratico in provincia di Caserta.

Nel ribadire, con maggiore forza,  la mia posizione di superamento degli enti strumentali e di riorganizzazione dei servizi che essi offrono,  mi ritengo coerentemente in linea con quanto affermato dalla Senatrice Rosario Capacchione.

Pertanto,  per sgomberare il campo da qualsiasi dubbio,  chiedo  il ritiro della presenza del PD dagli organismi dirigenti, non solo dell’ASI, ma anche di tutti gli altri enti strumentali e consortili di questa provincia,  assumendo  tutte le iniziative praticabili per l’azzeramento della situazione.

Come ribadito dallo stesso Matteo Renzi, ritengo la questione morale un aspetto imprescindibile; pertanto stigmatizzo comportamenti affaristici strumentali di talune componenti dello stesso partito. 

Non posso ricevere lezioni di moralità da chicchessia, men che meno da chi oggi promuove battaglie dall’ imprecisato senso di rinnovamento e trasparenza, quando, fino al recente passato, si è reso protagonisti di una miope politica gestionale e consociativa, totalmente  inneficace nei confronti dello sviluppo del nostro territorio.


Rispetto alla contingente vicenda ASI, ho avallato la posizione dell' accordo bipartisan per l'individuazione della nuova governance dell'ente esclusivamente per senso di responsabilità, al fine di consolidare  un quadro unitario e di condivisione programmatica e di linea politica nel partito, soprattutto in vista dell’imminente appuntamento elettorale delle elezioni regionali.

Nessun commento: