La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

domenica 21 dicembre 2014

DRAGONI - Scoperti gli autori di alcuni sversamenti illeciti di rifiuti verificatisi nelle ultime settimane nelle periferie cittadine.




Nell’ambito dell’attività di vigilanza e controllo del territorio comunale messa in campo dall’amministrazione comunale del Sindaco e Consigliere provinciale Silvio Lavornia al fine di prevenire e reprimere eventuali casi di abbandono abusivo ed incontrollato di materiali di qualsiasi tipo lungo le strade, nei fossi e nei terreni ubicati nella comunità dragonese, alcuni addetti al servizio di sorveglianza istituito dal Municipio sono riusciti a risalire a tre cittadini resisi autori di tre distinti sversamenti di immondizia segnalati in località Vallone Federico, nell’area periferica della frazione Aschettini. 

Tramite tracce e segni identificativi riportati sui materiali, tra cui lastre di cartongesso, materassi, arredi di abitazioni e negozi, abbandonati lungo la strada sovrastante il vallone, i vigili urbani e le guardie ambientali, coordinati dal vice sindaco e assessore all’Ambiente Pierino Piucci, sono riusciti ad identificare i colpevoli, uno residente in paese, l’altro titolare di un negozio fino a poco tempo fa presente a Piedimonte Matese ed ora trasferitosi nella vicina San Potito Sannitico, ed il terzo proveniente da Piana di Monte Verna. 

Tutti saranno chiamati ora a rispondere delle loro azioni e a bonificare l’area utilizzata per lo scarico dei propri rifiuti, anche per non rendere vana la costante attività di pulizia delle periferie e delle aree rurali cittadine che l’amministrazione Lavornia sta portando avanti sin dal suo insediamento, nell’ottica di ridare dignità e decoro alle zone limitrofe al centro cittadine molto spesso prese di mira dai “soliti ignoti” ed utilizzate come discariche a cielo aperto.

Nessun commento: