La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

lunedì 15 settembre 2014

MEDIAZIONE SOCIALE. IN SALA GIUNTA LA PRIMA RIUNIONE DELL’OSSERVATORIO SULL’USO DEI SISTEMI ADR. ZINZI: “LAVORERA’ IN SINERGIA CON L’OSSERVATORIO PER LA SICUREZZA E LA LEGALITA’. LA CONCILIAZIONE SVOLGE UN RUOLO IMPORTANTE”.




Stamani nella Sala Giunta della Provincia di Caserta, sita in corso Trieste, si è svolta la prima riunione dell’osservatorio sull’uso dei sistemi Adr (Alternative Dispute Resolution) dopo la costituzione dell’organismo di cui la Provincia di Caserta è socio fondatore. Lo scopo dell’Osservatorio è quello di produrre azioni dirette a favorire il diffondersi della cultura della conciliazione al fine di diminuire il contenzioso civile.

All’incontro hanno partecipato il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi, il vice presidente esecutivo dell’Adr Enrico Tuccillo, i vice presidenti dell’Adr Giammario Battaglia, Domenico Bruni e Francesca Tempesta, il direttore dell’Osservatorio provinciale per la Sicurezza e la Legalità, Natale Argirò, il dirigente del settore Gabinetto della presidenza della Provincia di Caserta, Angelo Laviscio, il dirigente della polizia provinciale, Antonio De Simone, il comandante della polizia provinciale, Antonio Mongillo.

Al centro della riunione la costituzione di un gruppo di lavoro per la redazione di un progetto operativo nell’ambito della mediazione sociale da realizzare sul territorio casertano. La Provincia di Caserta e l’Osservatorio sull’uso dei sistemi Adr, con la guida tecnica dell’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità della Provincia, si propongono di costituire una best practice replicabile in Italia e in Europa.

Tra le prime iniziative in programma vi è l’istituzione di un corso di formazione e di aggiornamento per Agenti mediatori sociali rivolto al corpo di Polizia Provinciale di Caserta, al fine di costituire un nucleo speciale di mediazione sociale. Il progetto operativo prevede anche la costituzione di patti territoriali finanziati dal Pon sicurezza 2014-2020.


“La Provincia di Caserta – ha dichiarato il presidente dell’Ente, Domenico Zinzi - ha varato, con delibera di giunta, un modello di organismo per la mediazione in materia di sicurezza. Riteniamo che la conciliazione svolga un ruolo importante e risponda ad un’esigenza sociale. In particolare questo progetto vedrà la sinergia tra i due osservatori, quello provinciale per la Sicurezza e la Legalità guidato da Natale Argirò, che già attivamente opera sul territorio, e quello sull’uso dei sistemi Adr costituito recentemente e di cui la Provincia è socio fondatore”

Nessun commento: