La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

lunedì 1 settembre 2014

CASERTA - SANTA MARIA CV E IN OGNI PARTE DEL MONDO E DELL'ITALIA - CARI ITALIANI - QUELLI BUONI- RITORNIAMO A LAVORARE DA CHI CI AMMINISTRATO - VECCHI E NUOVI - IN MODO SCORRETTO !! GUARDATE DANTE 1000 ANNI FA COSA SCRISSE

« 'Per me si va ne la città dolente,
per me si va ne l'etterno dolore,
per me si va tra la perduta gente.
Giustizia mosse il mio alto fattore:
fecemi la divina potestate,
la somma sapienza e 'l primo amore;
dinanzi a me non fuor cose create
se non etterne, e io etterno duro.
Lasciate ogne speranza, voi ch' intrate.
 »

Sono le prime terzine del terzo conto dell’Inferno  della Divina Commedia scritto da Dante Alighieri quando giunse davanti alla porta dell’inferno. Ebbene da oggi 1 settembre si inizia il rash finale di quest’anno che per molti è stato un fallimento completo , dovuto principalmente al Dio denaro che comunque è sempre nella testa di chi secondo Dante Alighieri  è nel terzo cerchio . Inizia quel rash finale che deve chiudere un  anno che per certi versi ha rappresentato per la pubblica amministrazione un vero fallimento dove le sigle sindacali non sono in grado neanche di difendere più gli impiegati e dove regna imperterrita la corruzione dovuta soprattutto aduna fuga , e non mi stancherò mai di dirlo, di capitali dall’altra parte del mondo . Nessuno però dice che  siamo sull’orlo del fallimento più completo , dove chi ha i soldi oggi e sfoggia auto di lusso nasconde quella evasione totale dove neanche chi è preposto al controllo è in grado di farlo , forse perché corrotto in primis, prendendola poi con impiegati che li fanno diventare funzionari per poi incriminarli con la magistratura  che ci mette il suo zampino e non sa che è al servizio di una piccola lobbie che guarda caso oggi è stata incrinata anche lei.
La prima terzina del terzo canto  dell’inferno di Dante dovrebbe essere affissa in ogni luogo, ufficio e palazzi di governo  di una Italia che conosce soltanto coniugare il verbo essere in prima persona singolare.   Qualche funzionario e qualche impiegato della pubblica amministrazione si erge a paladino della giustizia, così come onorevoli , deputati senatori   incaricati di svolgere un servizio pubblico  tra cui anche i  grandi giornalisti  che vengono invitati  nei salotti buoni di tutte le reti televisive nazionali dove fanno a gara per un tozzo di pane perchè oggi neanche loro sono più credibili. Tutti e nessuno escluso ha, in ogni caso, contribuito e contribuirà a questa resa di conti che dovrà venire da qui a poco entro l’anno poiché molti di loro sanno che non si potrà scappare da nessuna parte , o meglio lo sanno chi ha contribuito a fare imbrogli su imbrogli tale da portare all'estero tutto il capitale e poi mettere una normativa. A che serve se i soldi dal 2009 al 2012 sono già usciti ? Circa 150 miliardi di euro !!!!   Buon giorno a tutti gli italiani che vanno al lavoro , a quelli che fanno finta a quelli che stamattina dovranno pagare una nuova tassa – la tasi – a chi invece continua ad evadere a fare estorsione  diretta ed indiretta , a rubare e fottere il prossimo  

Nessun commento: