La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

martedì 30 settembre 2014

CARABINIERI IN AZIONE - LE OPERAZIONI DEL GIORNO IN PROVINCIA DI CASERTA

I carabinieri di Cellole hanno tratto in arresto, in esecuzione all’ordine per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE),  ANTIPAPA Emanuele cl. 92, del posto. Il 22enne  dovrà espiare la pena di anni 2, mesi 7 e giorni 26 di reclusione in quanto riconosciuto colpevole del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, per fatti accertati in Aversa (CE) in data 17.06.2011. L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Nel corso del pomeriggio, i carabinieri della Stazione di San Felice a Cancello (CE), hanno tratto in arresto MALTESE Luigi, cl. 79 del posto. Allo stesso i militari dell’Arma hanno notificato l’ordinanza di sostituzione della misura della detenzione domiciliare con la custodia cautelare in carcere, emessa dal tribunale di sorveglianza di Napoli. Il provvedimento è scaturito a seguito di attività, sia informativa che di controllo, espletata dal citato reparto durante le quali sono emerse gravi inosservanze alle prescrizioni cui era sottoposto. Per il MALTESE, si sono così aperte le porte del carcere di Santa Maria Capua Vetere (CE).

Mezzogiorno. Lucio Romano (Per l'Italia): "Risorse Ue, opportunità da cogliere pienamente".

"Il sottosegretario Delrio ha comunicato, in commissione Politiche Ue della Camera, che nei prossimi 15 mesi ci saranno oltre 15 miliardi da spendere per le regioni del Mezzogiorno, fondi provenienti dall'accordo di partenariato sui fondi dell'Unione europea relativi al periodo 2014-20. È un'ottima notizia", sottolinea in una nota il senatore Lucio Romano, presidente del Gruppo "Per l'Italia". "Voglio esprimere la soddisfazione per questo risultato e il mio plauso per l'impegno profuso dal sottosegretario Delrio: in questo modo il Mezzogiorno potrà avere risorse supplementari per poter intraprendere o riavviare la strada del cambiamento". " È una opportunità da cogliere pienamente. Speriamo che gli amministratori delle regioni meridionali sappiano cogliere questa occasione".

lunedì 29 settembre 2014

SANTA MARIA CAPUA VETERE - PRECISAZIONI SUL POST – CALA IL SIPARIO SULLA MANIFESTAZIONE LA CITTA SOTTO LA CITTA


            Mi corre l’obbligo,  anche se nel post che ho pubblicato non vi era nessun attacco a nessuno.   Affermare alcune precisazione di pensiero, mie e di nessun altro,  visto che c’è  ancora libertà di pensiero, invece  qualcuno che ha voluto fraintendere ciò che aveva pubblicato .
 Il post è stato scritto in primis per far capire a chi voleva sparlare su una manifestazione che è andato benissimo sotto tutti i punti di vista .
Il rendiconto o comunicato stampa o conferenza stampa è d’obbligo dopo una manifestazione e visto che nessuno lo ha fatto, anche in via generale , lo faccio con un nodo in gola perché  la stessa  ha visto la partecipazione di migliaia e migliaia di giovani  ai concerti  ma soprattutto dei monumenti .  
Dare notizie a livello nazionale e internazionale è un fatto positivo per la città e non si può limitare soltanto a livello provinciale e cittadino , ma si  deve dare pubblicità a anche a livello regionale . Ciò fino a domenica e forse fino ad oggi  non è accaduto per una manifestazione che può essere paragonata anche a manifestazione internazionali visto   che Santa Maria Capua Vetere ha dei monumenti molto importanti . In merito anche alle persone che vi hanno lavorato e che hanno formato la squadra nulla a pretendere , ma visto che nell’aula del  consiglio comunale di Santa Maria Capua Vetere  sono giunte anche le telecamere di network nazionali che si sono serviti di giornalisti sammaritani per sapere cosa stava accadendo nella città , quindi una alzata di telefono era d’obbligo, visto che ai network nazionali ed internazionale interessano soltanto di criminalità organizzata che giungono da  Caserta e provincia.
 Una manifestazione del genere  proprio per la sua riuscita non si può circoscriverla  soltanto  alle mattonelle dei paesi limitrofi o della provincia ma deve essere portata al di la del Garigliano , al di la del Tevere ,dell’Arno e del Po , perché  Santa Maria Capua Vetere non merita questo.  Due minuti di servizio a livello nazionale non era uno scandalo.
Dulcis in fundo ho saputo che è stata presentata una interrogazione parlamentare da Forza Italia . Ma mi domando e dico , ma i consiglieri di opposizione e di Forza Italia che fanno politica fuori i bar perché non sono in grado di pagare neanche una sede o non ci sono neanche i politici che sborsano i fitti,  non sanno che a Roma Berlusconi stringe rapporti interpersonali e politici  con il presidente del consiglio Matteo Renzi del Pd . E’ proprio vero la mano destra non sa cosa fa la mano sinistra.
 E scusatemi, ma visto che secondo alcuni sono diventato insopportabile , non esco di scena ma divento ancora più libero di quanto sono, visto che nessuno ha capito il mio spirito giornalistico . In sostanza mi voglio mangiare pane e cipolla , ma non sto alla mercè di nessuno, ma nessuno tocchi chi non deve essere toccato .

Buona sera 

CARABINIERI IN AZIONE - LE OPERAZIONI DEL GIORNO N PROVINCIA DI CASERTA

In Cesa (CE), i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato, in flagranza di reato  per il reato di produzione, coltivazione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti,  Arciprete Sossio, cl. 1987, del luogo. L’uomo, a seguito di perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di n. 12 (dodici) piante di marijuanaalte ciascuna mt 1,20 circa, coltivate all’interno di vasi posizionati nella sua abitazione, e di gr. 12 (dodici) della medesima sostanza, già essiccata, custodita in una scatola nascosta nel bagno dell’alloggio. Nel corso delle operazioni di controllo, all’interno del garage di pertinenza dell’appartamento, sono state rinvenute attrezzature per la coltivazione ed essiccatura delle piante. Tutto quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. L’Arciprete, invece,  è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.


In Carinola (CE), i Carabinieri della locale stazione hanno deferito, in stato di libertà, una trentaseienne del luogo, responsabile di furto aggravato. Nella circostanza, i militari dell’arma, durante una perquisizione all’interno della proprietà della donna, hanno rinvenuto e sequestrato 2(due) tini contenenti 2.000 (duemila) litri di mosto macinato, del tipo aglianico, frutto della lavorazione di uva indebitamente asportata la sera precedente dall’interno di un vigneto sito quel comune. Nel corso dello stesso controllo i carabinieri, in collaborazione con personale tecnico della società “ENEL”, hanno anche accertato che la deferita aveva realizzato un allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica per alimentare la propria abitazione. il mosto rinvenuto è stato restituito all’avente diritto.

MANIFESTAZIONE SOTTO IL TRIBUNALE DI SANTA MARIA CV DEGLI OPERAI DEL CONSORZIO DI BACINO

Dalle ore 09,00 di stamattina  presso il Tribunale Penale di Santa Maria Capua Vetere  si è svolta una manifestazione di protesta degli operai del CUB.
A seguito di un sequestro preventivo operato dalla Procura della Repubblica su beni e conti correnti del Consorzio le maestranze lavorative stanno adottando ogni strategia utile per rivendicare i diritti al salario nonché ai contributi previdenziali arretrati. In tale contesto sono presenti sul posto rappresentanti sindacali,  avvocati e familiari che pacificamente stanno manifestando all’esterno del Tribunale alla presenza delle forze dell’ordine coordinate dal Commissariato PS di Santa Maria C.V.
 Alle 12 i manifestanti si sono spostati  presso il comando provinciale della Guardia Di Finanza, delegata alle indagini dalla Procura.

SANTA MARIA CV - Soggiorno termale di una settimana, rientrati gli 85 partecipanti




Sono rientrati ieri, dopo una settimana a Ischia, i cittadini sammaritani ammessi al soggiorno climatico termale promosso dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Biagio Di Muro.
Accompagnati da una addetta del Comune che si è occupata di tutte le loro esigenze amministrative e di viaggio, gli 85 anziani hanno trascorso un piacevole periodo di relax e di cura, favoriti anche dalle condizioni atmosferiche particolarmente propizie.
“Anche quest’anno – commenta l’assessore ai Servizi sociali Angelina Cuccaro – l’amministrazione comunale è riuscita a organizzare il soggiorno climatico termale per un gruppo cospicuo di anziani della nostra città, i quali hanno già avuto modo di esprimere la propria soddisfazione per l’organizzazione di questa settimana a Ischia. Si tratta, evidentemente, di un piccolo ma significativo intervento a favore dei nostri concittadini e, in particolare, di persone che hanno bisogno di maggiori attenzioni e di cure specifiche. L’impegno della giunta guidata dal sindaco Di Muro è costante nel campo dei servizi sociali e della vicinanza ai meno fortunati, così come era già avvenuto per i ragazzi che hanno partecipato al soggiorno estivo”.


SANTA MARIA CV - CALA IL SIPARIO SULLA MANIFESTAZIONE LA CITTA' SOTTO LA CITTA' , PERCHE' NON SI RENDE PUBBLICO IL RENDICONTO DELLA MANIFESTAZIONE '??? MA NON LO FARANNO MAI

Cala il sipario sulla manifestazione di  La citta’ sotto la città, manifestazione ideata dal compiato assessore alla cultura  recentemente scomparso Mario Tudisco  e i sammaritani si aspettano che i soldi spesi per questa manifestazione vengano resi pubblici in modo che nessun più possa parlare e sparlare .
E’ la prima cosa che si deve eseguire se non si vuole una ricaduta di stile per non cadere nel tranello politico dove la città di Santa Maria Capua Vetere è al centro , in questi ultimi giorni,  di polemiche sterili e prive di senso.
Chi ha lavorato, non è che sono sempre gli stessi ?? Quanti soldi sono stati spesi in questi giorni ? Quanta gente è accorsa per questa tre giorni che ha chiuso una estate molto chiacchierata dal punto di vista politico ? Quale è stato il ritorno economico e di immagine per questa città dove assiste in maniera apatica e scostante alla vita amministrativa e politica  di una città che per certi versi ha assunto le sembianze di un vero e proprio  campo di battaglia ??
Il rendiconto è necessario per zittire un po tutte le polemiche che si sono alimentate dopo alcune diatribe che in queste ultimi giorni hanno tenuto banco sulla scena politica sammaritana .
Tutti d’accordo sulla riuscita della manifestazione, ma resta un amaro in bocca su come è stata pubblicizzata una manifestazione che ha visto, se pur riusciti, i  due concerti all’Anfiteatro Campano degli Stadio e di Alex Britti e di una perla come il concerto jazz di Fabrizio Bosso al teatro Garibaldi , è necessario sapere se i monumenti sammaritani sono stati di gradimento da parte di turisti , se ce ne sono stati , accorsi alla manifestazione. Ne una parola sull’ANSA , la grande agenzia di informazione italiana, adn kronos, sulla reti Rai , Mediaset, la7, era necessario anche questo , perché una telefonata a qualche amico giornalista nazionale si poteva fare , anche se chiedevano i soldi per fare informazioni, visto che oggi si fa così  . Lasciare una manifestazione del genere fine a se stessa circoscrivendola soltanto ad una città e cittadini  dei paesi limitrofi e non hai  turisti delle grandi città  che forse sabato e domenica sono andati al mare  salendo su qualche nave per raggiungere le isole del golfo di Napoli dove su qualche isola sono sbarcati la bellezza di più di diecimila persone, soltanto nella giornata di domenica  .
 Non sono polemico, ne disastroso ma se si vuole scrivere nell’albo delle manifestazioni nazionali ed internazionali quello che è stato organizzato a Santa Maria Capua Vetere   è necessario muoversi a livello nazionali, perché soltanto così si può avere un ritorno internazionale su ciò che era una idea di una persona che voleva far diventare grande una città, la stampa provinciale e regionale non serve a niente  .

 Buongiorno a tutti     

domenica 28 settembre 2014

CARABINIERI IN AZIONE - LE OPERAZIONI DEL GIORNO IN PROVINCIA DI CASERTA

Questa notte, in Lusciano (CE), i carabinieri del radiomobile del Reparto Territoriale di Aversa hanno tratto in arresto CIOBANU Daniel, cl. 89 e MANDACHE Marius Ovidiu, cl. 87, entrambi rumeni ed  in Italia senza fissa dimora. I due, che poco prima dell’intervento dei carabinieri avevano aggredito, per futili motivi, personale sanitario a bordo di autombulanza del 118, si sono scagliati anche contro i militari dell’arma giunti sul posto per ristabilire l’ordine. Nella circostanza i due alla vista dei carabinieri li hanno aggrediti con calci e pugni cercando di eludere il controllo di polizia. Con non poche difficoltà e grazie anche all’ausilio di altre pattuglie dell’Arma in circuito i carabinieri sono riusciti a bloccarli e metterli in sicurezza. Durante l’accompagnamento negli uffici uno dei due fermati, il MANDACHE, nonostante fosse bloccato con le manette di sicurezza, ha iniziato a scalciare contro la portiera dell’autovettura militare, danneggiandola. Gli arrestati, espletate sono stati associati presso la casa circondariale di Santa Maria C.V. (CE).


Nel corso della notte, durante un servizio di controllo del territorio predisposto in occasione della festa patronale,i carabinieri della Stazione di Maddaloni hanno arrestato per resistenza, oltraggio e lesioni a Pubblico Ufficiale GROSSI GIOVANNI cl. 91. Il 24enne, che in stato di ebrezza e sprovvisto di patente di guida era alla guida di una moto di grossa cilindrata, non solo non si è fermato all’alt impostogli ma ha anche investito uno dei due carabinieri che ha riportato lievi traumatismi agli arti inferiori. Il centauro, comunque acciuffato ed immobilizzato dal tempestivo intervento dell’altro militare, è stato quindi dichiarato in arrestato e condotto agli arresti domiciliari presso propria abitazione in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

sabato 27 settembre 2014

CASTELVOLTURNO - SEQUESTRO PREVENTIVO DA PARTE DELLA DIVISIONE AMMINISTRATIVA DELLA QUESTRA DI CASERTA ALLA M.P. SECURITY


Nella mattinata di ieri personale della Divisione Amministrativa della Questura di Caserta, diretta dal Dirigente Dr. Arturo COMPAGNONE e del Commissariato di P.S. di Castel Volturno, diretto dalla Vice Questore Aggiunto Dr.ssa Carmela DAMORE, ha eseguito il Decreto di sequestro preventivo della società M.P. Security, Società Cooperativa con sede nel Parco Riviera Fontana Blulocalità Pienetamare di Castel Volturno, emessa dal Gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti dei titolari dellIstituto di Vigilanza Privata e custodia di proprietà mobiliari ed immobiliari M.P. Security in quanto svolta in assenza della prescritta licenza Prefettizia.
Lattività di indagine nasce da una programmata attività di controlli a tappeto per presunte irregolarità commesse da talune società di vigilanza che operano sul litorale domitiano, a seguito nei noti accadimenti avvenuti in località Pescopagano tra il 13 e 14 Luglio u.s., durante i quali i titolari dellAgenzia di vigilanza la Custodia, rilevatasi allesito dei controlli abusiva in quanto priva della preascritta licenza, ex art. 134 T.U.L.P.S., si sono resi protagonisti del ferimento di due immigrati attingendo questi ultimi con numerosi colpi di arma da fuoco alle gambe.
Il sequestro preventivo disposto dal Tribunale di S.M.C.V., finalizzato a prevenire laggravamento delle conseguenze del reato e la stipula di ulteriori contratti, prevede il sequestro di tutti i beni della società, comprese le autovetture in uso allagenzia per svolgere lillecito attività.-

CARABINIERI IN AZIONE - LE OPERAZIONI DEL GIORNO IN PROVINCIA DI CASERTA

VILLA LITERNO, RINVENUTA UNA PIANTAGGIONE DI MARJIUANA. I CARABINIERI DELLA STAZIONE E DELLA COMPAGNIA DI CASAL DI PRINCIPE ARRESTANO DUE PERSONE E SEQUESTRANO ARMI.
IMG-20140926-WA0010 (3)I Carabinieri della Stazione di Villa Literno (CE), e della Compagnia di Casal di Principe (CE), hanno proceduto all’arresto di Zaccariello Antonio, cl.1979 e Orabona Massimo, cl.1976, entrambi di Villa Literno. Nella circostanza i militari dell’Arma hanno sorpreso e bloccato i due  mentre erano intenti a raccogliere piante di marijuana, coltivate  su un terreno di proprietà dello Zaccariello e caricarle su  di un furgone di proprietà dell’Orabona. Lo stupefacente rinvenuto ammonta a kg. 300 circa. Successivamente, sono state eseguite delle perquisizioni, a seguito delle quali, presso l’abitazione di residenza dello Zaccariello, sono stati rinvenutiulteriori  3 kg. di marijuana in essicazione, unbilancino di precisione, materiale vario per il confezionamento dello stupefacente ed un  fucile artigianale cal. 28, illegalmente detenuto, risultato oggetto di furto nel 2013 nella provincia di Perugia. Nello stesso contesto i militari dell’Arma hanno anche accertato il furto, energia elettrica, da parte dello stesso Zaccariello. A carico dell’uomo si è inoltre proceduto al sequestro per, “omessa custodia”, di due fucili ed una pistola nonché numerose munizioni, tutte regolarmente detenute, nonché due pistole giocattolo ed un fucile ad aria compressa. Gli arrestati, successivamente, sono stati accompagnati presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere. 


In Aversa (CE) i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato, per atti persecutori, A. V. cl. 1979 del luogo. Nella circostanza il predetto, poco prima, sulla pubblica via, aveva aggredito verbalmente e minacciato di morte, l’ex compagna, una ragazza ucraina 29enne.  L’uomo in passato si era reso già protagonista di  analoghi comportamenti persecutori in danno della donna, culminati anche in aggressioni fisiche,  penalmente perseguite. L’arrestato, quindi, è stato condotto presso la casa circondariale Santa Maria Capua Vetere.
 
In Alvignano (CE), i Carabinieri della locale stazione,  nel corso di un servizio di controllo del territorio hanno arresto, per il reato di furto, M.P. cl. 1958 e M.A., cl. 1983, rispettivamente padre e figlio entrambi del luogo.  I due sono stati fermati nei pressi di uno stabilimento dismesso del luogo, a bordo di un autocarro mentre trasportavano una pressa idraulica del tipo industriale per la frantumazione di laterizi. Il voluminoso attrezzo è risultato essere stato asportato pochi istanti prima dal predetto stabilimento.  A seguito di perquisizione domiciliare è stata rinvenuta una seconda pressa dello stesso tipo di quella caricata sul furgone e risultata anch’essa provenire dal dismesso opificio.
Il materiale rinvenuto, del valore di euro 30.000,00 (trentamila) circa, è stato restituito al legittimo proprietario. Gli arrestati, invece, sono stati condotti presso le proprie abitazioni agli arresti domiciliari, in attesa della celebrazione del rito direttissimo così come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria.
 
 
In Arzano(NA), i Carabinieri della sezione radiomobile del Reparto Territoriale di Aversa, coadiuvati da quelli territorialmente competenti, hanno eseguito il fermo di indiziato di delitto d’iniziativa, nei confronti di  Russo Domenico, cl. 1989, del luogo. Nella circostanza, sul conto dell’uomo, al termine delle immediate indagini, sono stati raccolti inconfutabili elementi di colpevolezza, relativamente ad una rapina avvenuta il 24 settembre ad Aversa, allorquando, unitamente ad altro complice in corso di identificazione, a bordo di un motociclo e con volto coperto da casco, dietro la minaccia di una pistola costrinse un uomo a consegnargli la somma in contanti di euro 2.000. La vittima aveva prelevato poco prima da un ufficio postale l’intero importo ed era stato seguito dai criminali.
All’atto del fermo, presso l’abitazione del Russo, sono stati ritrovati e sequestrati 3 orologi “rolex”, poiché ritenuti provento di precedenti attività illecite. L’uomo, invece, è stato associato presso la casa circondariale di Napoli Poggioreale, dove, la competente Autorità Giudiziaria, concordando pienamente con le risultanze investigative raccolte dai Carabinieri, ha convalidato il fermo disponendone la detenzione in carcere.
 
 

venerdì 26 settembre 2014

SANTA MARIA CV - L'EVENTO DELL'ANNO - FABRIZIO BOSSO 4et In concerto venerdì 26 settembre Teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere ‘La Città sotto la Città 2014’

SALE SUL PALCO DEL GARIBALDI IL PRIMO TROBETTISTA ITALIANO, ARRIVA DOPO AVER ACCOMPAGNATO ANCHE SRGIO CAMMARIERE AL SETTEMBRE AL BORGO , MA SOPRATTUTTO CHEK BAKER  
CLICCA QUI PER VEDERE IL SUO SITO 
Venerdì 26 settembre ore 21.30, Fabrizio Bosso in concerto al Teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere con il suo quartetto composto dal pianista Julian Oliver Mazzariello, il contrabbassista Luca Alemanno e il batterista Nicola Angelucci.
Bosso è ospite della quinta edizione de “La Città sotto la Città”, kermesse che svela i tesori archeologici custoditi al di sotto degli edifici moderni di Santa Maria Capua Vetere per sensibilizzare la popolazione sull’immenso patrimonio archeologico dell’antica Capua e individuare monumenti da inserire in un progetto di museo diffuso.

Fabrizio Bosso presenta la sua formazione in quartetto. Del gruppo fanno parte: Julian Oliver Mazzariello, uno dei migliori pianisti italiani delle ultime generazioni, il giovanissimo contrabbassista salentino, Luca Alemanno e il batterista, Nicola Angelucci. Il repertorio è composto quasi per intero da brani originali di Fabrizio Bosso, con qualche “incursione” negli standard, jazz e non jazz, a seconda dell’ispirazione del momento.


Bop del terzo millennio. Gli attacchi di Bosso sono micidiali, il suo senso dello swing proverbiale, il suo eloquio torrenziale. Ma Fabrizio dispone anche di altre frecce e lo sta dimostrando negli ultimi anni, dopo i folgoranti esordi: la voglia di sbalordire ha lasciato il posto a un equilibrato mix di virtuosismo e poesia.


Il trombettista torinese è quindi oggi un artista maturo, capace di agire in più direzioni, di partecipare a omaggi a illustri colleghi come Miles Davis e Don Cherry, di confrontarsi con la musica di Nino Rota, di dialogare con musicisti dal background diverso dal suo come Antonello Salis e Luciano Biondini. Con il suo quartetto Bosso porta a sintesi compiuta le tante esperienze compiute sino ad oggi: l’amore per il Bop è sempre presente, ma filtrato da un sensibilità e da un gusto personali.


Diplomatosi a 15 anni presso il conservatorio G. Verdi di Torino, 16 dischi incisi come leader e una serie innumerevole di partecipazioni e collaborazioni internazionali, Fabrizio Bosso ha ormai raggiunto la maturità artistica e consolidato il suo stile, assolutamente riconoscibile e autentico.

 

Bop del terzo millennio. Gli attacchi di Bosso sono micidiali, il suo senso dello swing proverbiale, il suo eloquio torrenziale. Ma Fabrizio dispone anche di altre frecce e lo sta dimostrando negli ultimi anni, dopo i folgoranti esordi: la voglia di sbalordire ha lasciato il posto a un equilibrato mix di virtuosismo e poesia.


Fabrizio Bosso Quartet

Fabrizio Bosso, tromba

Julian Oliver Mazzariello, pianoforte

Luca Alemanno, contrabbasso

Nicola Angelucci, batteria


Venerdì 26 settembre ore 21.30

Teatro Garibaldi

Platea e Palco I Ordine: euro 12,00

Palco II e III: euro 10

Loggione: euro 8

La Città sotto la Città 2014. Successo per il concerto degli Stadio all’Anfiteatro Campano Oggi il via alle visite nei siti archeologici dell’Antica Capua

Si apre nel migliore dei modi la quinta edizione de ‘La Città sotto la Città’, la kermesse che svela i tesori archeologici custoditi al di sotto degli edifici moderni di Santa Maria Capua Vetere in programma dal 25 al 28 settembre.

Oltre 1300 i biglietti venduti per il primo appuntamento in programma all’Anfiteatro Campano che ha visto salire sul palco la storica band degli Stadio in un travolgente connubio tra musica ed archeologia.

La kermesse prosegue con i concerti di Fabrizio Bosso - in programma venerdì 26 settembre presso il Teatro Garibaldi (in allegato la scheda tecnica) - e di Alex Britti previsto per sabato 27 settembre all’Anfiteatro Campano.

Da questa mattina sono partite anche le visite guidate nei siti archeologici dell’antica Capua. Riportare alla luce i tesori nascosti delle civiltà Etrusca e Romana resta l'obiettivo prioritario del quinto appuntamento de ‘La città sotto la città’ ma il tutto avverrà in stretta sinergia con gli eventi musicali ospitati nelle incantevoli cornici dell’Anfiteatro Campano e del Teatro Garibaldi.

Programma visite archeologiche

26 Settembre 2014

Dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00 visite guidate ai seguenti siti archeologici:

Arco di Adriano, Anfiteatro Campano, Anfiteatro Repubblicano, Museo dell'Antica Capua, Mitreo, Criptoportico*, Officina dei bronzi di via Curri, Domus di Confuleius Sabbione, Galleria San Pietro del Condominio DEAR, Domus di via degli Orti, La conocchia, Le Carceri Vecchie, la Fornace etrusca, chiesa abbaziale di San Martino Vescovo.

Dalle ore 19.00 alle ore 23.45: Percorsi di Luce - visite guidate - apertura straordinaria dell'Anfiteatro Campano e dell'Anfiteatro Repubblicano.

Ore 21.30 Concerto di Fabrizio Bosso Quartet presso il Teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere.

27 Settembre 2014

Dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 visite guidate ai seguenti siti archeologici: Arco di Adriano, Anfiteatro Campano, Anfiteatro Repubblicano, Museo dell'Antica Capua, Mitreo, Officina dei bronzi di via Curri, Domus di Confuleius Sabbione, Galleria San Pietro del Condominio DEAR, Domus di via degli Orti, La conocchia, Le Carceri Vecchie, la Fornace etrusca, Villa Porfidia*, chiesa abbaziale di San Martino Vescovo.

Ore 21.30 Concerto di Alex Britti presso l'Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere.

28 Settembre 2014

Dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 visite guidate ai seguenti siti archeologici: Arco di Adriano, Anfiteatro Campano, Anfiteatro Repubblicano, Museo dell'Antica Capua, Mitreo, Officina dei bronzi di via Curri, Domus di Confuleius Sabbione, Galleria San Pietro del Condominio DEAR, Domus di via degli Orti, La conocchia, Le Carceri Vecchie, la Fornace etrusca, la Reggia di Carditello*, chiesa abbaziale di San Martino Vescovo.

Dalle ore 19.00 alle ore 23.45: Percorsi di Luce - visite guidate - apertura straordinaria dell'Anfiteatro Campano e dell'Anfiteatro Repubblicano.

*Per i siti in questione la visita guidata è prevista esclusivamente nel giorno inserito in programma. Quindi per il Criptoportico venerdì 26, per Villa Porfidia sabato 27 e per la Reggia di Carditello domenica 28.


Le visite guidate si svolgeranno a gruppi (massimo 40 persone). Per maggiori informazioni saranno allestiti quattro Infopoint presenti presso il Museo archeologico dell'Antica Capua, l'Anfiteatro Campano, Piazza Mazzini e Piazza San Francesco.

VELIVOLO DEL CORPO IMPIEGATO IN UN’OPERAZIONE INTERNAZIONALE SOTTO EGIDA FRONTEX, NELLE ACQUE DEL MARE DI ALBORAN, CONSENTE IL FERMO DI UNA IMBARCAZIONE E IL SEQUESTRO DI UN INGENTE QUANTITATIVO DI SOSTANZA STUPEFACENTE

Ancora un maxi sequestro di droga nelle acque del mare di  alboran. Un aeromobile della guardia di finanza atr42mp impiegato  nell'ambito di un'operazione internazionale coordinata  dall'agenzia europea frontex, ha individuato nella  giornata di mercoledì uno yacht battente bandiera  britannica dedito al traffico di sostanze stupefacenti. La segnalazione dell'imbarcazione sospetta da parte del
Velivolo delle fiamme gialle, al centro di coordinamento  frontex di madrid e l'immediato impiego di un pattugliatore  oceanico di 50 metri della guardia civil spagnola, il "rio  niño", ha consentito di stroncare sul nascere l’illecito  traffico. Dopo essere stati avvicinati dall’unità spagnola,  l'equipaggio dello yacht metteva in atto manovre elusive  allo scopo di sfuggire al controllo dei militari della  guardia civil che, dopo un lungo inseguimento, riuscivano, 
Nella serata di mercoledì, ad abbordare l'imbarcazione in  acque internazionali. A bordo dell'imbarcazione fermata è stato scoperto l’ingente carico di sostanza stupefacente, quantificato 

Successivamente in circa 13 tonnellate di hashish suddivisi  in 514 colli e presumibilmente destinati al mercato  europeo.I 3 membri dell’equipaggio (due cittadini spagnoli e uno  lituano), con a carico numerosi precedenti penali per  traffico internazionale di sostanze stupefacenti, sono  stati assicurati alla giustizia. Tale eccellente risultato, reso possibile grazie all'azione  dei finanzieri del comando operativo aeronavale della  guardia di finanza di pratica di mare (roma), che  attualmente rappresenta una tra le più importanti unità di  polizia operanti nei contesti internazionali, conferma  ancora una volta il ruolo di prim’ordine svolto dalla  guardia di finanza nella sorveglianza dei confini marittimi  dell'unione europea, in sinergia con le altre forze di  polizia degli stati membri, a presidio della legalità e degli  interessi economici in alto mare. L’ingente sequestro si aggiunge a quelli già eseguiti in  precedenti operazioni, condotte dalle unità aeronavali  del peculiare comando deputato al contrasto dei traffici  illeciti via mare che, dall’inizio dell’anno, hanno portato al  sequestro di oltre 118 tonnellate di hashish.  Il mare mediterraneo si conferma, quindi, ancora una  volta, teatro dei traffici illegali

CASTELVOLTURNO - DROGA SUL LITORALE ARRESTATI ALCUNI EXTRACOMUNITARI DALLA SQUADRA MOBILE DI CASERTA

L’intensificazione delle attività di contrasto al traffico di stupefacenti nel comprensorio domitio, in particolare di matrice extracomunitaria, nella mattinata di ieri, in Castel Volturno (CE), ha consentito alla Polizia di Stato di Caserta di arrestare in flagranza di reato il cittadino ghanese SOLIMAN Ejampo, nato il 07.03.1988, res. in Castel Volturno (CE), in quanto sorpreso in possesso di 11,36 gr. di cocaina, suddivisi in 39 dosi, e 37,52 gr. di eroina, suddivisi in 59 dosi.
L’operazione è il frutto di pazienti attività di osservazione condotte nei giorni scorsi dai poliziotti della Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Caserta, diretta dal Vice Questore dr. Alessandro TOCCO, che, pedinando alcuni tossicodipendenti, avevano individuato una probabile centrale di spaccio presso uno stabile ubicato in Via Domitiana.
Pertanto, ieri mattina, il personale operante, coadiuvato da unità cinofile della Questura di Napoli, specializzate nella ricerca di stupefacenti, raggiungeva l’immobile nei cui pressi, però, erano presenti alcune “vedette” che allertavano un gruppo di giovani, alcuni extracomunitari, altri di razza bianca, che si trovavano nei pressi i quali, immediatamente, si dileguavano nei campi circostanti.
Però, i poliziotti, che a distanza avevano individuato il possibile spacciatore nel citato SOLIMAN, avendolo visto scambiare qualcosa con alcuni dei presenti, si ponevano al suo inseguimento, raggiungendolo dopo alcune centinaia di metri.
La successiva perquisizione personale permetteva di rinvenire, occultate negli slip, due buste contenenti eroina e cocaina, inequivocabilmente destinata alla cessione in quanto accuratamente confezionata in piccoli involucri in cellophane, termosigillati. Pertanto, lo straniero, con precedenti per ricettazione ed irregolare sul territorio nazionale, veniva arrestato e, dopo le formalità di rito, tradotto presso la Casa Circondariale di S. Maria C. V. a disposizione dell’A.G. competente.
L’arresto di ieri segue di pochi giorni l’analoga operazione condotta a Castel Volturno dalla Squadra Mobile di Caserta che, l’11 settembre scorso, arrestava in flagranza di reato, per detenzione di ca. 200 gr. di eroina, il cittadino ghanese LAWUNA Musah Mohammed, nato il 25.05.1980, res. a Modena, e la cittadina nigeriana IZEVBUWA Princess Nosa, nata il 04.03.1980, res. a Castel Volturno (CE), entrambi incensurati e regolarmente soggiornanti in Italia.


CARABINIERI IN AZIONE - LE OPERAZIONI DEL GIORNO IN PROVINCIA DI CASERTA

In Castel Volturno (CE) , viale Bormida, i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato il cittadino extracomunitario Youssef Fatawu, ganese, cl. 1986, regolare sul territorio nazionale, poiché resosi responsabile reato di concorso in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Nella circostanza, nel corso della perquisizione personale e domiciliare carico del ganese, sono stati rinvenuti e sequestrati:
-       grammi 2(due) di sostanza stupefacente tipo cocaina e grammi 1 (uno) tipo marijuana, suddivisa in piccole dosi pronte per  lo spaccio;
-       nr. 1 (una) pianta di marijuana alta metri 2,50 circa;
-       somma in contanti pari ad € 50.00 (cinquanta) quale provento dell’illecita attività;
-       materiale vario per il confezionamento delle dosi.
L’arrestato, invece, è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (CE).
 In Grazzanise (CE), i Carabinieri della locale stazione, a conclusione di mirati accertamenti hanno denunciato, in stato di libertà, tre cittadini rumeni tutti domiciliati in Villa Literno, poiché ritenuti responsabili del reato di concorso in ricettazione. I militari dell’Arma, a seguito della perquisizione domiciliare a carico dei deferiti, hanno rinvenuto 3 autoradio, risultati essere stati rubati in Villa Literno (CE), dall’interno di un deposito di custodia giudiziale. La refurtiva è stata sottoposta a sequestro.

Piedimonte Matese (CE): Non rispetta le disposizioni della Magistratura – Arrestato dai Carabinieri
                                       

Era da tempo che l’uomo era oggetto di attenzione da parte dei Carabinieri, sia perché sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di Piedimonte Matese, sia per le amicizie ed i personaggi con cui veniva ripetutamente trovato in compagnia. Il cittadino romeno Arman Aurel Vlad, 28enne, nonostante fosse stato ammonito più volte all’osservanza delle disposizioni impartite dell’A.G., di fatto ha continuato a tenere atteggiamenti insofferenti ai controlli delle Forze dell’Ordine disattendendo costantemente le norme di legge, affidandosi ad una condotta di vita al limite della legalità ed alla sua indole violenta che lo avevano posto in una posizione di primo piano nel contesto dei delinquenti locali, anche in considerazione del reato di estorsione per il quale è sottoposto a procedimento penale. Tali comportamenti sono stati segnalati al Tribunale di Benevento che a questo punto ha disposto l’aggravamento della misura cautelare, per cui sono scattate le manette ed il rumeno è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.


In Vairano Patenora (CE), i Carabinieri della stazione di Vairano Scalo (CE) hanno arrestato, in flagranza di reato per tentata estorsione,Stavolone Ringo Albino, cl. 1968, del luogo. Nella circostanza, l’uomo, allo scopo di impossessarsi dell’autovettura  di proprietà dei genitori conviventi, li ha  minacciati di morte e ha usato su di loro violenza fisica. In particolare alla madre ha provocato, con un bastone in legno,  lesioni alla mano dx mentre al padre escoriazione ed ematomi multipli. Le vittime sono state medicate da personale sanitario del servizio 118, intervenuto sul posto. L’arrestato, invece, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della compagnia di Capua, in attesa della celebrazione del rito direttissimo innanzi alla competente Autorità Giudiziaria.

In Roccamonfina (CE), località Fontanafredda, i Carabinieri della locale stazione hanno denunciato, in stato di libertà, per il reato di furto un 31enne ed un 24enne dell’agro aversano. Nella circostanza, i militari dell’Arma hanno rivenuto all’interno dell’autovettura di proprietà di uno dei deferiti, kilogrammi 5 (cinque) di castagne asportate poco prima da un terreno di proprietà di un coltivatore del posto. La refurtiva è stata riconsegnata al proprietario.

giovedì 25 settembre 2014

CARABINIERI IN AZIONE - LE OPERAZIONI DEL GIORNO A CASERTA

In merito ai fatti di cui al comunicato stampa inviato precedentemente e che ad ogni buon fine si riporta a seguito si specifica che la banconota di euro 10 elargita dall’arrestato non venne intascata dalla vittima ma dal suo fidanzato che appena venutone in possesso si allontanò con una scusa lasciando vittima ed aggressore soli nei giardini. La ragazza, pertanto, come risulta agli atti, non si è mai mostrata consenziente verso l’ Ibrai Sali.

In Caserta, nei giardini di piazza Carlo III, i Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della locale compagnia hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto il cittadino rumeno Ibrai Sali, cl. 83, domiciliato in Casagiove (CE), poiché gravemente indiziato per il reato di violenza sessuale. L’uomo, la notte del 14 giugno 2014, proprio in piazza Carlo III, incontrò un suo connazionale residente a Reggio Rmilia, unitamente alla fidanzata, una ventenne del casertano. Nella circostanza, in cambio di 10 euro, abusò sessualmente della giovane fuggendo subito dopo. la ragazza, invece, venne trasportata presso l’spedale di Caserta, dove le fu diagnosticato un “trauma escoriatico genitale. trauma spalla dx. depressione reattiva” e giudicata guaribile in 7 gg.. La successiva attività info-investigativa, avviata dai Carabinieri, ha consentito di ricostruire i fatti e raccogliere inconfutabili elementi di colpevolezza nei confronti del fermato che è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere. L’A.G., condividendo appieno le risultanze investigative dell’Arma ha convalidato il fermo disponendo la detenzione in carcere perIbrai Sali.

Sport e legalità. Il presidente Zinzi riceve i giovani della Polisportiva San Nicola di Casal di Principe che gli donano una maglia. Zinzi: "Casalesi è il nome di un popolo, la loro voglia di riscatto è la migliore garanzia per il futuro di questo territorio"

SPORT E LEGALITA’. IL PRESIDENTE ZINZI RICEVE I GIOVANI DELLA POLISPORTIVA SAN NICOLA DI CASAL DI PRINCIPE CHE GLI DONANO UNA MAGLIA. ZINZI: “CASALESI E’ IL NOME DI UN POPOLO, LA LORO VOGLIA DI RISCATTO E’ LA MIGLIORE GARANZIA PER IL FUTURO DI QUESTO TERRITORIO”.


Questo pomeriggio il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi, ha ricevuto, nella Sala Giunta dell’Ente di Corso Trieste, una rappresentanza di giovani atleti della Polisportiva San Nicola di Casal di Principe. La squadra, che prende il nome dalla Parrocchia San Nicola di Bari, che fu di don Peppe Diana, è stata  accompagnata dall’istruttore Luigi Baldascino.

I ragazzi, tutti dagli 11 ai 17 anni, hanno donato al presidente Zinzi la propria maglia ufficiale che reca la scritta ‘Casalesi è il nome di un popolo’. La squadra, infatti, quest’anno si è fatta portavoce di un messaggio molto importante finalizzato al riscatto del territorio di Casal di Principe, che purtroppo lega il proprio nome principalmente a fatti di camorra. Al termine dell’incontro il presidente Zinzi ha donato agli atleti e all’istruttore Baldascino il gagliardetto della Provincia e una medaglia.

“Faccio i miei complimenti – ha dichiarato il presidente della Provincia, Domenico Zinzi - al parroco don Franco Picone, all’istruttore Luigi Baldascino e a quanti sostengono questa squadra di calcio facendo in modo che i giovani di Casal di Principe trovino nello sport una giusta valvola di sfogo e un corretto modo di socializzare. La Polisportiva San Nicola è una bella e sana realtà della nostra provincia che è riuscita a crescere in un territorio molto difficile e che oggi diffonde un messaggio di legalità di cui tutti noi dobbiamo farci portavoce: ‘Casalesi è il nome di un popolo’. Loro saranno gli amministratori e i professionisti del domani, la loro voglia di riscatto è la migliore garanzia per Casal di Principe”.