La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

mercoledì 25 giugno 2014

SUCCESSO DI PUBBLICO E CRITICA PER “LA MADAMA BUTTERFLY” CHE LA GRANDE ORCHESTRA REALE HA PORTATO IN SCENA IERI SERA AL BELVEDERE DI SAN LEUCIO.


Pubblico in piedi per gli applausi finali al
direttore d’orchestra Mario Ciervo
ed ai protagonisti dell’opera pucciniana.

E cresce l’attesa per la prossima opera programmata dalla GOR:
Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini.

Scenografie a pannelli elettronici mobili, orchestra ai piedi del palco, e professionisti d’altissimo calibro in scena.
Questi gli ingredienti di un successo che, ieri sera al Belvedere di San Leucio, la Grande Orchestra Reale ha consegnato alla città di Caserta.
Tanti gli stranieri tra il pubblico.

Dopo l’esordio con il maestro Salvatore Accardo, e la chiusura della prima tranche del “Forum delle Culture” al teatro comunale di Caserta, la GOR si è riproposta al pubblico con la prima delle quattro opere programmate.

E ha affidato alle voci di Maria Cristina FINA (nel ruolo di Cio Cio San) e di Paolo LARDIZZONE (nel ruolo di F.B. Pinkerton) il carisma e la delicatezza dei tratti che Puccini volle per i suoi protagonisti.
Una scelta vincente, applaudita dal pubblico che non ha risparmiato applausi e ovazioni anche al coro “Iubilate Deo” diretto dal maestro Giuseppe POLESE, e ai coprotagonisti della “Madama Butterfly”  Lavinia BOCU (nel ruolo di Suzuki), Kim Ham MO (nel ruolo di Goro), e Andrea MACCHIAROLA (nel ruolo di Sharpless).

“Insieme al regista Livio GALASSI, allo scenografo Tonino DI RONZA, e alla coreografa Laura ZACCARIA  – ha sottolineato il maestro Mario CIERVO - abbiamo voluto ricreare in scena il tratteggio complesso e delicatissimo che Puccini volle per i suoi personaggi. Un’opera difficilissima che ha rappresentato per noi una sfida, da portare in scena per la prima volta a Caserta, da rendere accessibile a tutti a prezzi contenuti. Un segnale al quale il pubblico ha risposto come speravamo e che ci stimola ad andare avanti puntando a fare ancora meglio, grazie all’appoggio di Gennaro VITIELLO, presidente e finanziatore della GOR”.


La massa in scena della “Madama Butterfly”,  rinviata per ben due volte le scorse settimane a causa del maltempo, ha scompaginato il calendario delle opere previste dalla GOR, tant’è che per “Il Barbiere di Siviglia”, programmato sempre a San Leucio per il 21 giugno scorso, si attende di conoscere una nuova data. 

Nessun commento: