La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

mercoledì 11 giugno 2014

SPORTELLO ANTIRACKET E ANTIUSURA, SCHIAPPA: AMMINISTRAZIONE VICINA PER DENUNCIARE SENZA PAURA I DELINQUENTI



L’apertura dello sportello di solidarietà per le vittime del racket e dell’usura – commenta il Sindaco Giovanni Schiappa – nasce dall’esigenza di offrire uno strumento di vicinanza concreto, per chi vive situazioni di difficoltà. Il racket e l’usura – continua il Sindaco Schiappa – hanno distrutto, troppe volte, la vita e la dignità umana ed imprenditoriale anche di nostri concittadini. A loro vogliamo dire che si può rispondere, che c’è rimedio e che questa Amministrazione comunale, insieme alle forze dell’ordine e alle Associazioni di solidarietà, hanno scelto di offrire una spalla forte per risolvere i problemi -conclude il Primo cittadino - e denunciare senza paura i delinquenti”.

La battaglia contro il crimine organizzato – commenta l’Assessore Benedetto Zoccola – passa indiscutibilmente attraverso queste attività, che offrono la vicinanza che si rende indispensabile nel momento di difficoltà. Le vittime del racket e dell’usura – continua Benedetto Zoccola – devono sapere che, attraverso la denuncia, possono finalmente liberarsi ed uscire dal meccanismo dell’esasperazione e della solitudine. Denunciare i delinquenti significa estirpare il cancro dalla società e migliorare le nostre condizioni di vita”.

Nessun commento: