La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

giovedì 5 giugno 2014

CARABINIERI IN AZIONE - LE OPERAZIONE DEL GIORNO IN PROVINCIA

Nel corso del pomeriggio, in Mignano Monte Lungo (CE), i militari del locale comando Stazione hanno tratto in arresto, in esecuzione all’ordine per la   carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino (FR), D’Angelo Franco cl. 58, del posto. L’uomo dovra’ espiare la pena mesi 8 di reclusione poiché riconosciuto colpevole del reato di falsità in scrittura privata per fatti accertati in data 01.05.2008. L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Cassino (FR).

Frignano (CE). I militari del locale comando Stazione hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio BUCCINO Benedetto, ROBERTO Francesco e GRIECO Carmine, tutti e tre 24enni, di Frignano. Gli stessi sono stati sorpresi e bloccati, in via della repubblica, nell'atto di cedere una dose di sostanza stupefacente ad acquirente riuscito a dileguarsi. Contestuale perquisizione personale ha consentito, però, ai carabinieri di rinvenire, all’interno dei pantaloni indossati dal GRIECO e sequestrare, nr. 10 (dieci) dosi preconfezionate di hashish del peso complessivo di gr. 10 (dieci) nonché la somma contante di euro 150,00 (centocinquanta/00), ritenuta provento dell'illecita attività di spaccio. Gli arrestati, sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni, in regime degli aa. dd.

Nel corso della mattinata odierna, in Bellona (CE) e presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (CE), i militari dell’aliquota operativa del locale Comando Compagnia hanno notificato un’ordinanza applicativa di misura cautelare, emessa dal Tribunale di Castrovillari (CS), nei confronti di KAJA Genc, 85, in atto sottoposto agli aa.dd. e IMETI Albert, cl. 87, in atto detenuto presso Casa Circondariale di Santa Maria C.V. per firto in abitazione commesso in Castrovillari il 29.01.2014. Il provvedimento odierno, ha confermato quanto già disposto in sede di convalida di fermo. 
In Parete (CE), i Carabinieri della sezione radiomobile del Reparto Territoriale di Aversa hanno arrestato, in flagranza di reato per tentata rapina aggravata in concorso, i pregiudicati albanesiPoljaAlfred, cl.1990 e TociFlorijan, cl. 1992,entrambi residenti in Trentola Ducenta (CE). I due sono stati sorpresi dai militari dell’Armain via 1° maggio, mentre, travisati da passamontagna ed indossando guanti in lattice, dopo aver scavalcato il cancello perimetrale, tentavano di introdursi, armati di cacciavite, all’interno dell’abitazione di un 26enne del luogo. Alla vista dei militari i due hanno ingaggiato una colluttazione al fine di guadagnarsi la fuga, sono stati, però, prontamente bloccati e arrestati.
Nella circostanza sono stati sequestrati i passamontagna, i guanti ed il cacciavite.
Gli arrestati, invece, sono stati ristretti presso le camere di sicurezza dell’Arma, in attesa della celebrazione rito direttissimo, come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria.

In Caserta, i Carabinieri della locale stazione hanno rintracciato e notificato un’ordinanza di sottoposizione agli arresti domiciliari emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli Nord nei confronti della cittadina serba NicolicMarjacl. 1994. L’arrestata, pertanto, è stata accompagnata presso il proprio domicilio a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.


In Sessa Aurunca e Castel Volturno (CE), i Carabinieri della stazione di Sessa Aurunca e  quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia hanno proceduto, nei giorni scorsi, al fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, nei confronti di:
·        RadiccaIbrahim nato in Liberia cl.1974;
·        OmozokpiaRose nata in Nigeria cl.1971;
conviventi e di fatto domiciliati in Castel Volturno.
Nella circostanza, a termine di un articolata attività di indagine, si è accertato che i due, tra il 14 febbraio e il 05 maggio 2014 avevano effettuatouno spaccio di sostanze stupefacenti (hashish e cocaina)  per kg. 3,700 (tre/settecento), per un valore di euro 20.000,00 circa. Le attività di spaccio, tra l’altro, sono state poste in essere, in alcune circostanze, alla presenza del figlio minore dell’arrestata.  
Gli arrestati, pertanto, sono stati tradotti rispettivamente presso la casa circondariale di S. Maria Capua Vetere e Pozzuoli (NA) a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

I Fermi sono stati convalidati dal Giudice per le indagini Preliminari che ha pienamente condiviso le risultate investigative prodotte, confermando la loro permanenza presso i citati istituti penitenziari.

Nessun commento: