La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

sabato 17 maggio 2014

PRESENTATO IL POLO CULTURALE DELLA PROVINCIA DI CASERTA. LUNEDI’ L’INAUGURAZIONE A VILLA VITRONE. ZINZI: “E’ UNO SPLENDIDO PROGETTO, ABBIAMO MANTENUTO GLI IMPEGNI”.



“L’inaugurazione del Polo Culturale della Provincia di Caserta rappresenta il coronamento di un sogno per chi, come noi, ha investito tanto sulla crescita culturale del nostro territorio, favorendo negli anni iniziative orientate al raggiungimento di questo obiettivo”. Ad affermarlo, nel corso della conferenza stampa di presentazione del Polo Culturale della Provincia di Caserta tenutasi stamani presso la Sala Giunta del palazzo della Provincia in corso Trieste, è stato il presidente dell’Ente, Domenico Zinzi, intervenuto assieme all’assessore provinciale alla Cultura, Gabriella D’Ambrosio, al delegato provinciale del Coni Caserta, Michele De Simone, al direttore scientifico della Biblioteca provinciale, Giuseppe de Nitto, e al presidente Cesaf – Maestri del lavoro d’Italia, Mauro Nemesio Rossi.

Stamani, quindi, è stato presentato il Polo Culturale che verrà inaugurato ufficialmente lunedì 19 maggio alle ore 11 presso la sede di Villa Vitrone in via Renella a Caserta, nei cui spazi sono stati allestiti la Biblioteca provinciale, il Museo dello Sport con annessa biblioteca e il Museo dinamico della tecnologia “Adriano Olivetti”. La prestigiosa residenza, di proprietà della Provincia di Caserta, ospiterà anche la sede dell’Università della Terza Età.

“Va sottolineato – ha proseguito il Presidente Zinzi – che con il Polo Culturale è  stato realizzato un “capolavoro a costo zero”. Abbiamo eseguito ogni attività “in house”, grazie al lavoro di impiegati ed operai della Provincia, senza spendere nemmeno un euro. A tal proposito, ritengo doveroso ringraziare tutti quelli che hanno reso possibile la nascita di questa realtà”.

“Abbiamo portato a compimento, con grande fatica e orgoglio, un progetto ipotizzato sin dal mio insediamento: la realizzazione di una biblioteca provinciale. All’allestimento di questa eccellente opera hanno contribuito tutti, dalle istituzioni, culturali e non, dell’intera regione fino ai singoli cittadini. L’abbiamo voluta intitolare a Federico Scialla – ha proseguito Zinzi – perché riteniamo doveroso riconoscere e valorizzare le personalità del mondo della cultura appartenenti al nostro territorio. Accanto a questo bellissimo progetto si inserisce la creazione di un Museo dello Sport, che rende giustizia ai tanti campioni che la provincia di Caserta può vantare sia nel presente che nel suo ricco passato.  Infine, il Polo Culturale ospiterà (unico in Italia, dopo Ivrea) una sezione del Museo Olivetti, con un’esposizione eccezionale di macchine da scrivere della grande azienda che in questa provincia ha vissuto una fase fondamentale della sua storia”.


Per quanto riguarda la Biblioteca Provinciale, che a breve sarà inserita nel Sistema Bibliotecario Nazionale (SBN), va sottolineata la presenza di diverse migliaia di volumi (molti dei quali antichi e di pregio), oltre a periodici e documenti dall’elevato valore storico. Il Museo dello Sport, che sarà affiancato da una ricca biblioteca sportiva, raccoglierà le testimonianze di squadre e atleti significativi cha hanno dato lustro alla provincia di Caserta e sarà il primo del genere inaugurato nel Sud Italia. Infine il Museo dinamico della tecnologia, intitolato ad Adriano Olivetti, sarà composto dalle sezioni “Cinematografia”, “Fotografia” e “Tecnologia”.

Nessun commento: