La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

sabato 17 maggio 2014

I MOVIMENTI POPOLARI DI CALVI RISORTA ORGANIZZANO UNA MANIFESTAZIONE . C'E' GAETANO RIVEZZI

CALVI RISORTA - La lotta contro la centrale a biomasse nell’Aro Caleno non si ferma ed è giunto il momento di incontrarci con veri tecnici e ascoltare la parole della gente in un confronto realmente democratico, che vada oltre la conferenza farsa organizzata il 29 Aprile da Caparco e da Iavazzi e oltre la conferenza dei servizi in regione, terminata per la mancanza di una Valutazione sull’Impatto Ambientale della Centrale a Biomasse.
E’ giunto il momento di una conferenza popolare dell’Agro Caleno.
Domenica 18 Maggio alle ore 17.30 vi aspettiamo tutti in villa comunale a Calvi Risorta per dare parola agli abitanti di questo territorio, metteremo a disposizione le conoscenze di chi da anni lavora per difendere il territorio, senza mai cadere nelle maglie della speculazione e del ritorno politico.Interverrà, il neonatologo Gaetano Rivezzi, in servizio all'ospedale di Caserta, coordinatore dei medici per l'ambiente campano, associazione da sempre attiva per offrire professionalità mediche alle lotte in difesa dell’ambiente.

Partecipate numerosi perché questi sono i veri momenti di democrazia, in contrapposizione dell’atteggiamento ambiguo di chi amministra Calvi Risorta fingendo un No pubblico, palesemente falso viste le mille porte aperte fino ad oggi a Iavazzi e a tutti i promotori dell’impianto a Biomasse.

Nessun commento: