La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

lunedì 5 maggio 2014

ELEZIONI COMUNALI CASAPULLA - L'INTERVENTO DI ANDREA MARTUSCIELLO


Andrea Martusciello (Cittadini Attivi): "Casapulla ha bisogno di una svolta concreta, è necessaria una discontinuità con il passato. Troppi i candidati già 'vecchi' che hanno contribuito alla mancata crescita della nostra città"
"Tasse aumentate di circa il 40% negli ultimi 3 anni a carico dei cittadini, insediamenti produttivi fermi al palo e quindi impossibilità di aumentare l'occupazione in città e solo perché l'amministrazione Bosco non ha mai focalizzato l'attenzione sulla Zona Pip; finanziamenti regionali persi sia per la riqualificazione delle scuole comunali che per la realizzazione di centri polifunzionali". E' solo il breve e sintetico resoconto che il candidato sindaco della lista 'Cittadini Attivi' Andrea Martusciello presenta ai cittadini dopo i cinque anni di governo affidato al sindaco uscente Ferdinando Bosco.
"Potrei star qui ad elencare numerosissimi disservizi o scelte operate dall'amministrazione in carica le cui conseguenze sono state pagate dai cittadini di Casapulla. Mi viene in mente ad esempio - ha spiegato Martusciello - la vendita della Farmacia Comunale il cui incasso è stato necessario per colmare i debiti dell'Ente. Penso anche, però, agli incarichi, alle consulenze ed ai lavori affidati dal Comune quasi esclusivamente a persone non residenti a Casapulla".
"E' chiaro, e lo dicono gli atti, che - ha continuato Martusciello - l'amministrazione Bosco non ha badato agli interessi della comunità locale. I cittadini di Casapulla meritano maggiore attenzione ma soprattutto più rispetto da parte delle Istituzioni. Occorre una svolta radicale nel modo di amministrare la 'Cosa Pubblica' che sia indirizzato in primo luogo a fornire risposte concrete ed immediate ai cittadini".

"Non mi pare - ha concluso Martusciello - che possa definirsi 'svolta' una lista (quella a sostegno di Michele Sarogni) che annovera al proprio interno molti degli amministratori che hanno governato la città negli ultimi cinque anni o addirittura i loro figli".

Nessun commento: