La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

martedì 8 aprile 2014

MONDRAGONE - LA DDA DI NAPOLI CHIEDE ED OTTIENE 9 ORDINANZE DI CUSTODIA CAUTELARE

L'operazione è stata coordinata dai Magistrati della DDA di Napoli Dott. Giovanni Colangelo, Dott. Giuseppe Borrelli, Dott. Antonio D’Amato e Dott. Catello Maresca

GALLO ANTONIO 
Nelle prime ore della mattinata odierna, nell’ambito di un’articolata indagine coordinata da
questa Procura della Repubblica, i Carabinieri della Compagnia di Mondragone hanno eseguito
un’ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di 9 persone,
degli arresti domiciliari nei confronti di altre tre e del divieto di dimora nella Regione Campania nei
confronti di ulteriori tre, tutti ritenuti responsabili, a vario titolo, di lesioni personali (art. 582 c.p.),
danneggiamento (art. 6325 c.p.), estorsione (art. 629 c.p.), detenzione e porto in luogo pubblico di
anni da fuoco (artt. 2 e 4 L. 895/1967), con l’aggravante del metodo mafioso (art, 7 L. 203/91).
I soggetti colpiti dal provvedimento cautelare si identificano in Aliberti Salvatore,
Caramanica Rita, Cascarino Giovanni, Della Valle Tommaso, Gallo Antonio, Licheri Donatella,
Miragli Antonio, Razza Antonio, Pagliuca Achille, Palumbo Vincenzo, Sbordone Alessandro,
Sciaudone Antonio, Somma Vincenzo, Somma Anna e Verde Antimo.
Le indagini che si inquadrano nell’attivita di contrasto al clan dominante nell’area
mondragonese del litorale domizio, sono iniziate nel 2012 ed hanno permesso di ricostruire l’illecita
attivita estorsiva posta in essere ai danni di un agente assicurativo locale e di un commerciante di
abbigliamento.
Gli indagati, fotti dell’appartenenza all’organizzazione criminale, mediante continue e
reiterate minacce anche ed in alcuni casi anche con l’uso di armi da fuoco, hanno costretto le loro
vittime in un caso ad emettere e rilasciare polizze assicurative per auto e motoveicoli a loro in uso
senza il pagamento di alcun compenso e nell’altro a pagare la tangente per l’apertura di una nuova
attivita economica.
Di estrema importanza, al fine della compiuta ricostruzione dei fatti, e stata la
collaborazione di due delle delle parti offese: il titolare di un’agenzia di assicurazioni di
Mondragone ed un commerciante di abbigliamento.
Tra le condotte illecite contestate da questo ufficio merita attenzione quella di CASCRINO
Giovanni, che pur trascorrendo la sua latitanza all’estero, (poiché sottrattosi all’esecuzione di
provvedimento restrittivo della libertà personale), e riuscito a mantenere rapporti personali e non,
con esponenti criminali di Mondragone. Da quest’ultimi ha ricevuto, nel corso del tempo, vari
favori. Si e accextato, in particolare, come abbia chiesto a SBORDONE Alessandro ed ALIBERTI
Salvatore di "dare una sonora lezione", poi concretamente impartita, ad un cittadino straniero
colpevole, a suo dire, di avergli fatto uno “sgarr0 personale", poiché aveva raccontato di relazioni
private dello stesso CASCARINO.
Durante l’esecuzione dei provvedimenti sono state eseguite anche perquisizioni locali e personali.
Tra i destinatari del provvedimento vi é l’attuale reggente del locale clan camorristico
GAGLIARDI-FRAGNOL1.

Nessun commento: