La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

martedì 8 aprile 2014

CARABINIERI IN AZIONE LE OPERAZIONI DEL GIORNO IN PROVINCIA

In Aversa, nella mattinata, una 52enne del luogo, si toglieva la vita  lanciandosi dalla finestra  della propria abitazione sita al 3° piano, decedendo sul colpoper le gravi lesioni riportate. Sul posto i Carabinieri della locale Stazione per i rilievi del caso.


CASAL DI PRINCIPE (CE) – BLITZ DEI CARABINIERI ALL’INTERNO DI UN’ALTRA VILLETTA ABITATA DA CITTADINI AFRICANI. SEQUESTRATI QUASI 400 GRAMMI DI EROINA, OLTRE A NUMEROSO MATERIALE PER IL CONFEZIONAMENTO.
QUATTRO ARRESTI.


Casal di Principe (CE) –I Carabinieri della Stazione di Casal di Principe hanno arrestato, in flagranza di reato, per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” altri quattro cittadini africani, trovati in possesso di un quantitativo consistente di eroina.
I carabinieri, a seguito di altre segnalazioni e dopo aver notato ancora “strani movimenti” nei pressi di un immobile/villetta nel pieno centro di Casal di Principe, hanno fatto irruzione nell’abitazione, identificando all’interno 4 persone, tre uomini e una donna, tutti africani.
Nel corso della perquisizione i carabinieri hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro quasi 400 grammi di eroina, numerosa sostanza da taglio, bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento dello stupefacente.
I quattro arrestati, una donna nigeriana M. I. cl.  78’ e tre uomini H. M. Cl. 1980, della Liberia, K. P. cl. 1969 del Ghana  e E. B. V. cl. 78 della Nigeria, sono stati reclusi presso le case circondariali di Pozzuoli e Santa Maria Capua Vetere.
Soltanto la settimana scorsa, presso un’altra villetta di Casal di Principe, gli stessi carabinieri hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro un ovulo con 12 grammi di cocaina, quasi 50 bustine/dosi di marijuana pronte per la vendita e materiale vario per il confezionamento dello stupefacente, e tratto in arresto altri due cittadini africani.
In quella villetta, ancora sottoposta a sequestro, veniva gestito un vero e proprio “supermarket dell’illegalità”, con spaccio di stupefacenti, vendita abusiva di generi alimentari ed esercizio dell’attività di prostituzione; al piano terra e nel cortile venivano consumati stupefacente e prodotti alimentari con musica e luci soffuse, mentre nelle camere da letto al piano superiore avveniva l’attività di meretricio.
Le operazioni di servizio sono state condotte anche grazie alla collaborazione dei cittadini che denunciano gli episodi di illegalità diffusa presenti sul territorio.
1.   In Casal di Principe i Carabinieri della locale aliquota Radiomobile hanno proceduto all’arresto del cittadino nigeriano EzeSamule, cl..1982, senza fissa dimora, poiché destinatario di due ordini di esecuzione per la carcerazione, uno emesso dal Tribunale di Padova, dovendo espiare una pena di 1 (uno) anno, 5 (cinque) mesi e 26 (ventisei) giorni di reclusione per reati in materia di sostanze stupefacenti, l’altro emesso dal Tribunale di Venezia, dovendo espiare una pena di 7 (sette) mesi e 26 (ventisei) giorni di reclusione per reati contro il patrimonio. L’arrestato, quindi, è stato condotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

2.   In Aversai Carabinieri della locale Sezione radiomobile hanno arrestato,per detenzione ai fini della vendita di cd e dvd privi di contrassegno S.I.A.E. e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, il cittadino marocchino ElGotbiSalaheddine, cl. 1983, di Carinaro. Nella circostanza il predetto, veniva sorpreso dai militari dell’Arma mentre era intento a promuovere la vendita di nr. 240 tra supporti musicali, visivi e per videogiochiillecitamente riprodotti e privi marchio siae. Il citato, per sottrarsi al controllo, opponeva energica resistenza sferrando calci e pugni all’indirizzo dei Carabinieri e, dopo essersi divincolato, si dava alla fuga, venendo però successivamente bloccato, al termine di un breve inseguimento. Il materiale sequestrato ammonta complessivamente ad euro 1.500  circa. L’arrestato, sarà giudicato con la formula del rito direttissimo.









3.   In Parete i Carabinieri della locale stazione, hanno proceduto al fermo di indiziato di delitto, per tentato omicidio aggravato, del cittadino rumeno A. N. M. cl. 1978, domiciliato in parete. Nella circostanza i militari dell’Arma intervenivano presso il pronto soccorso dell’ospedale civile di Aversa, ove era giunto ferito da arma da taglio e  trasportato dal 118, un 23enne cittadino rumeno. Veniva subito avviata una breve ma intensa attività investigativa che consentiva di accertare che il ferito, al termine di una discussione avvenuta per futili motivi, nei pressi della propria abitazione, veniva colpito da un fendente nella zona toracica, da un suo connazionale,che veniva identificato per il citato, che si dava poi alla fuga. L’aggressore, dopo alcune ore veniva rintracciato  e sottoposto a fermo. La vittima è stata sottoposta ad intervento  chirurgico, con prognosi riservata. Il fermato, è stato associato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere. 

Nessun commento: