La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

domenica 23 marzo 2014

Il consiglio nazionale dell’Udc elegge l’onorevole Angelo Consoli nella Direzione: “Riconoscimento per il lavoro svolto in questi anni”



“Una gratificazione per il sottoscritto ma, soprattutto, il riconoscimento del lavoro fatto in Regione Campania in questi anni”. E’ lo stesso onorevole Angelo Consoli, vice presidente della Commissione Attività Produttive del Consiglio Regionale della Campania, a dare l’annuncio del suo ingresso nella Direzione Nazionale dell’Udc. Stamani, a Roma, i lavori del Consiglio Nazionale del partito, all’indomani della riconferma alla segreteria dell’onorevole Lorenzo Cesa, la cui mozione, si ricorderà, è stata sostenuta fortemente in sede congressuale dallo stesso onorevole Consoli; ed è stato proprio il Consiglio, così come previsto dallo statuto, ad eleggere i componenti della Direzione, che è l’organismo che affianca il segretario nazionale nella gestione del partito stesso. “Una volta strutturato il partito a livello nazionale, anche in vista delle prossime scadenze elettorali, - sottolinea l’onorevole Consoli, di rientro da Roma - adesso bisognerà lavorare sul territorio per costruire la nuova Udc delineata dall’amico Lorenzo Cesa. Un partito che non sia più oligarchico, e dunque concentrato nelle mani di pochi, ma aperto al contributo di tutti, in modo particolare al contributo di chi - tiene a puntualizzare - ha sempre creduto nel progetto della casa comune dei moderati”. Le scadenze elettorali più vicine, ovvero le Europee e le Amministrative, rappresenteranno un primo banco di prova per la nuova Udc, che punta a recuperare consensi e tornare ad essere protagonista di tutto rispetto nello scenario politico nazionale e locale. “Un primo segnale di cambiamento, nella scelta della linea politica, c’è già stato - aggiunge l’onorevole Consoli - ora bisogna coinvolgere realmente, e non solo a parole, la base del partito in questa nuova stagione che, di sicuro, porterà i suoi frutti”. Insomma, si apre un capitolo completamente nuovo per l’Udc che, a livello territoriale, dovrà portare ad una rivisitazione degli assetti di partito ma, principalmente, ad una revisione degli accordi politico-programmatici all’interno delle coalizioni sostenute dall’Udc o con le quali l’Udc ha governato fino ad oggi.

Nessun commento: