La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

mercoledì 29 gennaio 2014

Del Gaudio e Spirito all'assemblea Anci: i Comuni vogliono contare

"C'è una positiva apertura alle ragioni e alla protesta dei territori. Le nostre ripetute denunce di una situazione gravissima e insopportabile ha trovato un primo spazio di condivisione con il governo. Ora la parola spetta al parlamento, per ascoltare concretamente la voce dei sindaci e dei Comuni. Abbiamo ridotto tutti gli sprechi e ora vogliamo contare, per garantire servizi e risposte certe ai cittadini". Lo dichiara il sindaco Pio Del Gaudio al termine della sua partecipazione all'assemblea nazionale dell'Anci, svoltasi al teatro Quirino di Roma, cui è intervenuto con l'assessore alle Finanze, Nello Spirito. 

"Sto conducendo una battaglia anche nel mio partito per un concreto protagonismo dei sindaci - spiega il primo cittadino - e perciò sono soddisfatto per la forte condivisione confermata da questa assemblea e per il risultato di un primo pacchetto di proposte su cui c'è accordo tra l'Anci e il governo. Attraverso il sistema delle detrazioni ai cittadini il gettito Iuc-Tasi 2014 si presta a rimanere invariato rispetto a quello Imu. In più va definito finalmente il non rispetto degli assurdi vincoli del patto di stabilità per i Comuni inferiori a 100mila abitanti. Il 2014 sarà l'anno di un'ampia battaglia affinché tutte le risorse della fiscalità locale rimangano sui territori che le hanno generate. Una decisione contraria a questa sarebbe uno stop alla crescita e ai servizi pubblici sul territorio. I Comuni hanno già dato, ora devono contare". 

"L'assemblea nazionale - conclude il sindaco - ha anche confermato il primo incontro del tavolo Anci per i Comuni in dissesto che da mesi ho chiesto e ottenuto. Un'altra buona notizia per la nostra Città. Su questa battaglia non abbasseremo la guardia".

Nessun commento: