La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

sabato 18 gennaio 2014

CASTELVOLTURNO MINACCIA E LESIONI - FERMATO PREGIUDICATO DI SOMMA VESUVIANA

Si comunica che nella decorsa notte, nell’ambito degli ordinari servizi di controllo del territorio, Agenti della Squadra volanti del Commissariato di Castel Volturno, diretto dal Vice Questore Dr.ssa Carmela D’AMORE, hanno tratto in arresto un noto pregiudicato di Casal di Principe, tale FOLMI Salvatore nativo di Somma Vesuviana, classe ’74, resosi responsabile dei reati di resistenza, lesioni e minaccia a Pubblico Ufficiale. Già pregiudicato per analoghi fatti, verso le 01.00 circa di oggi, il FOLMI si imbatteva in un controllo da parte della volante del Commissariato di Castel Volturno, ai cui agenti si rifiutava senza alcun giustificato motivo, di fornire il proprio documento di identità. Visibilmente sotto gli effetti dell’alcool, agli agenti che gli chiedevano di esibire il proprio documento, il FOLMI rispondeva con un atteggiamento provocatorio e minaccioso, poi avventandosi a sorpresa contro uno di essi. Ne scaturiva una violenta colluttazione, al termine della quale l’Agente aggredito, non senza difficoltà e lesioni conseguenti, riusciva a frenare a furiosa e spropositata aggressione del FOLMI Salvatore. Dopo essere stato immobilizzato, IL FONDI veniva accompagnato dagli stessi agenti al Pronto Soccorso della Clinica Pineta Grande, ove sia gli agenti che quest’ultimo venivano medicati per le lesioni riportate. Alla luce di quanto occorso, il FOLMI veniva tratto in arresto per i reati di resistenza aggravata dalle lesioni e minacce, e nella mattinata odierna tradotto presso il Tribunale di santa Maria Capua Vetere per la celebrazione del rito direttissimo, al termine del quale è stato condannato e sottoposto agli Arresti Domiciliari presso la sua dimora di Casal di Principe.



Nessun commento: