La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

venerdì 8 novembre 2013

CAMORRA, APPALTI ED IMPRENDITORI ED ASL - A CASERTA E' INIZIATA LA CONTA , MA SI ASPETTANO NUOVE MISURE - UN MAGISTRATO NON SI PRESENTA IN UDIENZA

L’operazione eseguita dai carabinieri e dalla dia su richiesta del sostituto procuratore della Dda di Napoli Luigi Landolfi e firmata  del gip del Tribunale di Napoli  Isabella Iaselli ha certamente dato una sterzata alle indagini chiuse dai magistrati napoletani  sull’affare camorra – politici – dirigenti e funzionari (non lo dico io, ma i comunicati che non mi sono giunti – perché fanno figli e figliastri ) .   Non a caso tutto si dovrà appurare adesso con gli interrogatori di coloro che sono stati coinvolti con provvedimenti di restrizione della libertà personale  che si svolgeranno nei 15 giorni da oggi poiché vi sono anche persone con provvedimenti cautelativi che sono nei propri domicili. I provvedimenti dei  13 arresti che hanno coinvolto numerosi personaggi politici e amministrativi e soprattutto imprenditori, non sono altro che  azione propedeutiche di altre che nei prossimi mesi verrano eseguite. L’individuazione di soggetti ha fatto si che si localizzasse la sfera  politica imprenditoriale e camorristica che deve ancora chiudersi, e si sa quando il cerchio si chiude qualcosa scappa sempre , riferendomi a qualche personaggio imprenditoriale , come anche ex personaggi politici adesso amministrativi, potrebbero anche sovvarcare le accuse e quindi uscirne puliti per un ennesima volta .

 Non si può non tener conto, ancora  come nei tribunali e fra stessi magistrati della dda di Napoli , serpeggia dopo il cambio della guardia non un protagonismo ne ribellione s’intende, ma una sorta di dire ci sono anche io.   Per questi motivi un magistrato della Dda di napoli, colpita nel suo inconscio ,  legata in matrimonio con un suo collega della procura partenopea , per giunta imparentata con uno a cui è stata notificata la misura restrittiva  della  libertà personale a casa, non si è presentata in udienza davanti alla corte di assise di un tribunale campano per legittimo impedimento, se lo avrebbe fatto un imputato gli avrebbero mandato i carabinieri a casa per accertarsi  . Non desideriamo evidenziare uno scandalo fra gli stessi magistrati dopo i provvedimenti dei 13 arresti, ma sarebbe ora che qualcuno scendesse dal piedistallo, ( non è il caso di questo provvedimento restrittivo ) e capissero le esigenze delle persone che lavorano  nella pubblica amministrazione  che rischiano,ogni giorno  con il loro lavoro di vessazioni e minaccie soprattutto da altri colleghi, iscritti ai sindacati  il metodo intimidatorio e nulla possono fare .     

Nessun commento: