La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

venerdì 4 ottobre 2013

OGGI SAN FRANCESCO E' IL GIORNO PIU' STRANO - ACCOGLIAMO I CLANDESTINI , MA NON ABBIAMO SERVIZI - CHIUDENDO ANCHE GLI UFFICI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Che strano oggi , si respira un’aria molto pesante in Italia e guarda caso in un giorno particolare , il giorno di San Francesco . Già la prima repubblica lo individuava colorandolo di rosso perché san Francesco era il patrono d’italia. Sui giornali, oggi nel giorno di San Francesco c’è   la disfatta dei cadaveri di Lampedusa chiedendo addirittura , oltre ai funerali di stato in italia ( ma non sono dei clandestini?? ) anche l’aiuto della comunità europea per gente che in Italia giunge come vuole e in tutti i modi. Noi italiani per andare all’estero ci chiedono una miriade di documenti e permessi e nessuno dice ciò che passiamo ed addirittura dobbiamo pagare L’Esta.  Ma una domanda , per dirla alla Lubrano, ma se nel nostro paese per effetto della spending – rewiu’dovremmo chiudere, uffici e servizi , ma tutta questa gente , prima di partire per altri paesi dove la mettiamo ?? E’ un controsenso piangere su dei cadaveri che sono stati uccisi dagli stessi connazionali su un barca . C’è un antico detto napoletano che recita “Maria a’ cuntriariosa”  e penso che tutti i miei colleghi giornalisti provinciali e nazionali impastati nel regime amministrativo  nazionale,regionale e soprattutto  camorrista in questo momento non hanno capito che l’Italia per effetto di questi sbarchi sia diventato un paese a rischio dove fra un po di tempo ci troveremo con meno italiani e più extracomunitari e la nostra vecchia e cara patria non si chiamerà più italia . Non è un pensiero classista, ma una constatazione dei fatti , se noi accogliamo questi clandestino , perché questi sono , dove li mettiamo, se non possiamo dargli un servizio ??

Nessun commento: