La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

mercoledì 9 ottobre 2013

CARABINIERI IN AZIONE - LE OPERAZIONI DEL GIORNO IN PROVINCIA

Nel tardo pomeriggio, in Sant’Arpino (CE) i carabinieri del locale comando stazione, impegnati in servizio preventivo per il contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio BELLOTTI Giovanni, cl. 77, del posto. L’uomo, a seguito di una perquisizione domiciliare eseguita presso la propria abitazione di Sant’Arpino, è stato trovato in possesso di due piante di sostanza stupefacente del tipo marijuana, del peso complessivo di grammi 540 circa,  già essiccate e pronte per il confezionamento. L’arrestato è  stato tradotto presso la casa circondariale di Napoli Poggioreale.

Piedimonte Matese (CE): Smantellato dai Carabinieri gruppo di pusher. Due spacciatori arrestati  ed uno sottoposto a prescrizioni stringenti, sotto sequestro Hashish, Marijuana e Cocaina.Blitz antidroga dei Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese che alle prime luci dell’alba hanno eseguito due arresti per spaccio di sostanze stupefacenti ed applicato prescrizioni limitative della libertà ad una terza persona. E’ stato così chiuso il secondo filone di un’attività che aveva dato luogo ai primi arresti già nello scorso mese di maggio. Le indagini avviate nel 2011 e durate alcuni mesi sino al 2012, condotte dai militari della Stazione di Capriati al Volturno, hanno portato a disarticolare un vero e proprio “droga center” allestito nelle piazze centrali di Piedimonte Matese, Capriati al Volturno e altri comuni circostanti. Le attività di spaccio, che coinvolgevano anche minorenni, sono state accuratamente monitorate giornalmente, con specifici servizi di osservazione e pedinamento, supportati da  attività tecnica espletata con riprese video e  intercettazioni telefoniche. L’esito delle indagini ha formato oggetto di comunicazione mediante informative inviate sia alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, dalla quale sono scaturire le ordinanze di custodia cautelare eseguite nel mese di maggio, sia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Napoli nel cui quadro sono state emesse dal Giudice delle Indagini Preliminari le misure eseguite oggi. Le misure restrittive sono scattate per – Squillacioti Damiano, 20enne di Pietramelara e Nassa Domenico, 19enne nativo di Piedimonte Matese e residente a Pietramelara, mentre a carico di Brancazio Gabriele, 20enne da Capriati al Volturno, sono state disposte particolari prescrizioni per la condotta e condizioni di vita. I tre, all’epoca dei fatti tutti minorenni ed incensurati, sono stati individuati quali protagonisti dell’attività di spaccio che avveniva a tutte le ore del giorno nel particolare mondo adolescenziale. I tre costituivano l’appendice tra i minori che rifornivano prevalentemente di “Hashish”, “Marijuana” e “Cocaina”. Numerose sono state le persone, per lo più giovani studenti ed anche minorenni, identificate e deferite all’Autorità Giudiziaria quali assuntori, anche se non si esclude che alcuni di loro fossero  coinvolti anche  nell’attività di spaccio. Nel periodo delle indagini sono stati oltre quaranta gli episodi di spaccio accertati dai Carabinieri e centinaia le dosi di droga sottoposte a sequestro, verificando che i soggetti si rifornivano nelle principali piazze dello spaccio di Napoli. Per i primi due è scattata la misura della permanenza in casa e dopo le formalità di  rito, espletate presso la Caserma di Piedimonte Matese, sono stati accompagnati nelle rispettive abitazioni, per il terzo vige l’obbligo di rispettare le prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria per non incorrere in più gravi conseguenze.
Dati principali dell’operazione:
Ø  Obbligo di permanenza in casa: 2;
Ø  Obbligo di rispettare prescrizioni A.G.: 1;
Ø  Tipologia stupefacenti sottoposti a sequestro durante le indagini: Hashish, Marijuana e Cocaina;
Ø  Principali luoghi dell’ attività di spaccio: Piedimonte Matese e Capriati al Volturno;
Ø  Episodi di spaccio accertati: nr. 40;



1.      In Lusciano, i Carabinieri della locale stazione hanno proceduto all’arresto, in esecuzione dell’ordine di misura della detenzione domiciliare, per maltrattamenti di animali, diMonaco Antonio, cl. 1967, del luogo. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Trieste. L’uomo deve scontare la pena di mesi 3 (tre) di reclusione per fatti avvenuti nel 2013 nella provincia di Trieste.

Nessun commento: