La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

lunedì 2 settembre 2013

SETTEMBRE, NEL SEGNO DEL “VERDE”.Rassegna a basso impatto energetico e attenzione per l’ambiente



 

Motori accesi per “SETTEMBRE AL BORGO 43 – Face to Fest 2013”, che - a soli cinque giorni dalla partenza - svela un’altra sorpresa, destinata a fare notizia: la Rassegna conferma la sua attenzione all’ambiente con interventi tecnici a basso impatto energetico.

A garantire un Festival “verde” saranno, infatti, i nuovissimi impianti luce della Robe Italia, che verranno impiegati per l’illuminazione degli eventi al Teatro della Torre: si tratta di lampade led di ultima generazione e a basso consumo, utilizzate nei concerti di grandi star della musica di livello mondiale. Protagonista in serie un unico proiettore motorizzato, capace di produrre particolari effetti a mezz’aria e straordinari risultati grafici, che soprattutto valorizza l’architettura dei siti che illumina: caratteristica esclusiva, che permetterà di dare ancora più luce al palco della Rassegna, che quest’anno non avrà volutamente quinte, per offrire agli spettatori del Festival scorci inediti di Casertavecchia e della suggestiva Torre dei Falchi.

Ma, oltre all’assoluta novità sul fronte luci, “SETTEMBRE AL BORGO 43 – Face to Fest 2013” potrà aggiungere alla sua storia un’altra grande innovazione, che riguarda l’impianto audio, progettato ad hoc per l’acustica del Teatro della Torre nella sua nuova versione “ad arena”. Il pubblico, infatti, potrà contare su una diffusione ampliata rispetto al passato e di tipo non unidirezionale, grazie a quattro diversi punti di emissione del suono, sospesi nell’area palco, che garantiranno un audio di altissima qualità, servendo con la stessa efficacia tutte le aree della platea e della zone lodge.

Anche grazie a questo impianto a basso impatto energetico, si stima che il Festival 2013, al termine dalla corsa, dimezzerà le sue emissioni, abbassando notevolmente i costi di esercizio ma, più ancora, il suo carico di impatto ambientale.

Nessun commento: