La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

lunedì 23 settembre 2013

CARABINIERI IN AZIONE: LE OPERAZIONI DI OGGI IN PROVINCIA DI CASERTA

1.   In Macerata Campania,  i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato, in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti il  pluripregiudicato, affiliato al clan “Belforte” Buonpane Michele classe 1972, residente a San Tammaro. L’uomo è stato sorpreso a bordo dell’autovettura  in uso e bloccato dai militari dell’Arma in località Starza mentre cercava disfarsi di un involucro contenente  sostanza stupefacente del tipo “cocaina” del peso complessivo di gr. 10,00 circa. L’arrestato, pertanto, è stato associato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere su disposizione  dell’Autorità Giudiziaria.

2.   In Maddaloni,  nel corso di uno specifico servizio antinquinamento ambientale, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia hanno deferito, in stato di libertà per i reati di smaltimento illecito di rifiuti e getto pericoloso di cose un anziano de luogo, gestore di un esercizio del centro. I militari dell’Arma hanno eseguito un controllo presso l’attività commerciale facente capo all’uomo ed hanno riscontrato lo smaltimento illecito di rifiuti vari, plastici e ferrosi, tra cui materassi e pneumatici, incendiati dallo stesso in un terreno agricolo adiacente l’attività. L’area è stata posta sotto sequestro.


3.   In Napoli, presso la casa circondariale di Poggioreale, i Carabinieri della stazione di Villa Literno hanno notificato a Ruffo Michele, classe 1975, già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari in Villa Literno, ed in atto recluso per altri motivi  presso quella casa circondariale, l’ordinanza di sostituzione della misura degli arresti domiciliari con quella della custodia cautelare in carcere, emessa in dalla Corte d’Appello di Napoli per “inosservanza degli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria”. l’arrestato, pertanto, è rimasto recluso presso la citata casa circondariale di Napoli – Poggioreale, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Nessun commento: