La Rete fornisce accessi preziosi alla politica, inedite possibilità individuali di espressione e di intervento politico e anche stimoli all'aggregazione e manifestazione di consensi e di dissensi. Ma non c'è partecipazione realmente democratica, rappresentativa ed efficace alla formazione delle decisioni pubbliche senza il tramite di partiti capaci di rinnovarsi o di movimenti politici organizzati, tutti comunque da vincolare all'imperativo costituzionale del "metodo democratico".

DALLO STRALCIO DEL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
ROMA 22 APRILE 2013


email
procecere@alice.it
procecere@virgilio.it



ECCO UNTC - UNIONE NAZIONALE PER LA TUTETELA DEI CONSUMATORI

Visualizzazioni secondo Google dal 2009

lunedì 9 settembre 2013

CARABINIERI IN AZIONE - LE OPERAZIONI DEL GIORNO IN PROVINCIA

1.    Casal di Principe. I Carabinieri dell’aliquota radiomobile del locale Comando Compagnia  hanno tratto in arresto, per furto aggravato di energia elettrica C.G. cl. 80 e B.V. cl. 92 del posto. I  militari operanti, unitamente a personale tecnico della società enel, hanno accertato che i predetti avevano realizzato un allaccio abusivo diretto dalla rete alle rispettive abitazioni, prelevando in maniera fraudolenta energia elettrica. Gli arrestati sono stati sottoposti al regime di detenzione domiciliare, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.


2.   Erano sulle tracce di un pregiudicato di Castel Volturno, ma l’intervento per sedare un litigio tra un nigeriano ed un controllore della FF.SS. li ha premiati con un arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. E’ accaduto nella tarda mattinata presso lo scalo Ferroviario di Napoli. I carabinieri della comando Stazione di Castel Volturno Pinetamare, che sono giunti presso lo scalo ferroviario del capoluogo di regione per seguire gli spostamenti di un soggetto sul quale avevano posto, da tempo, la loro attenzione, si sono trovati però ad assistere ad un acceso diverbio tra un controllore delle FF.SS. ed un cittadino extracomunitario. I militari dell’Arma, a quel punto, hanno preferito sospendere il pedinamento dell’uomo e sedare il litigio che stava degenerando a pochi passi da loro. Durante le fasi del controllo l’extracomunitario, AIKORIOGIE MARTINS OBAREJU, nigeriano cl 92, che risultava essere domiciliato in Castel Volturno, si è subito mostrato nervoso. E’ bastato poco ai carabinieri per capire che dietro quell’agitazione l’uomo nascondeva qualcosa.  E’ stato pertanto riportato prima presso la località di domicilio e  poi , unitamente a quelli della C.I.O. del 6° Battaglione “Toscana” ed ad una pattuglia dell’Esercito Italiano del Raggruppamento Campania su base 3° Reggimento Artiglieria Terrestre da montagna, nell’ambito dell’operazione di ordine pubblico “Strade Sicure” condotto presso la Clinica “Pineta Grande” di Castel Volturno dove è stato sottoposto  a mirati esami radiografici che hanno consentito di accertare che lo stesso riteneva nel tratto intestinale nr. 34 (trentaquattro) ovuli contenenti complessivamente grammi 430 (quattrocentotrenta) di sostanza stupefacente del tipo eroina che avrebbero fruttato all’uomo circa € 30.000. Lo stupefacente recuperato è stato sequestrato, mentre l’arrestato associato presso la casa circondariale di Napoli Poggioreale. 

Nessun commento: